Terra Santa -Diario

10.Arrivo a Nazareth, chiesa melchita della Sinagoga

11.Nazareth, Fontana dell'annunciazione, Chiesa di S.Gabriele, Chiesa dell'Annunciazione, Casa di Giuseppe, scavi, Museo archeologica e iscrizione 'xe Maria'; Monte Tabor

12. Monte delle Beatitudini, Taghbita (luogo della moltiplicazione dei pani e dei pesci), Chiesa del primato di Pietro, 'mensa Christi' (pietra dove Gesù arrostì il pesce dopo la Resurrezione), Lago di Galilea, Kibbutz Ein Gev, Monastero dei Gerasimos, Gazzella, Moshe Naim, Deseto di Giuda

13 Gerusalemme, Santo Sepolcro; Betlemme

14 Porta del leone, Tempio di Gerusalemme, Chiesa di S.Anna, Piscina di Betsaida,  Via Dolorosa; Quartiere Armeno, Quartiere Ebraico, Chiesa di S.Giacomo, giardino del Patriarcato armeno, Museo dell'Olocausto

15 Monte delle tentazioni,Gerico – Sicomoro, Qumram, S.Pietro in Gallicantu, apertura dello Shabbat al muro del pianto

16 Ritorno al S.Sepolcro; Monte degli ulivi: cappella dell'Acensione, cimitero ebraico, Santuario del pianto di Gesù su Gerusalemme (Dominus Flevit), Chiesa della Dormizione di Maria, grotta del sonno dei discepoli, Orto e santuario del Getsemani

17 Liturgie del S.Sepolcro, partenza

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

21 risposte a Terra Santa -Diario

  1. tittidiruolo ha detto:

    Bentornata carissima, di cuore…
     è stato un viaggio carico di…E…

  2. hacibekir ha detto:

    Anche tu ora tra l'eletta schiera dei Hadji!

  3. affabile ha detto:

    🙂
    Tu, ne fai parte?

  4. hacibekir ha detto:

    certo, è pure inserito nel nickname !

  5. affabile ha detto:

    Forse non ho capito, hacibekir non era un dolce famoso di Istanbul? O…?

  6. anonimo ha detto:

    Pasticceria, Kyria. Il dolce dovrebbe essere quella delizia del lukum aromatizzato all' acqua di rose. FAcile la forma del Lukum, difficilissima la corretta armonizzazione dei sapori. Come il Baklava

  7. affabile ha detto:

    Ok ma che c'entra con i pellegrini?

  8. hacibekir ha detto:

    Ricapitoliamo: Hacibekir è il nome del Pasticcere, nome composto da Haci (o hadji, o Hagi)

  9. talpastizzosa ha detto:

    Ma affabile l'emozioni dove sono? Voglio quelle non il tour tipo agenzia di viaggi 🙂

  10. hacibekir ha detto:

    Scusa Affabile, oggi ho un pessimo rapporto con le macchine!
    tutti quelli che fanno il pellegrinaggio alla Mecca posso apporre al proprio nome il prefisso Hadji, Haci  

  11. egle1967 ha detto:

    Interessante questo viaggio…raccontaci cosa ti ha lasciato.

  12. affabile ha detto:

    Ma vedi, Talpa Stizzosa, a volte il blog è soprattutto un promemoria per me, sapessi in questo senso quanto mi è tornato utile per ricordare qualcosa.
    Emozioni…difficile riassumerle in un post, perciò avevo desistito.
    Posso senz'altro trasmettere una sensazione che fosse una specie di appuntamento che da sempre il destino mi aveva dato; ed ecco ero arrivata. Ma mi rendo conto è solo un flash.
    Riguardo la situazione ambientale molte valenze; certamente è un popolo in guerra, mitra e soldati sono ovunque e questo un'impressione te la fa, soprattutto dopo aver convissuto con un centinaio di soldati in albergo un paio di giorni e i loro volti giovanissimi di quelli che potrebbero essere i figli del mio vicino e invece sono coloro che devono fare la guerra.
    Di positivo invece c'è che la convivenza tra arabi e israeliani, soprattutto in zone più interne del paese è molto più avanzata di quanto non appaia nei media. Gli arabi e israeliani per lo più già convivono seppure i nodi da sciogliere per arrivare alla pace sono molteplici e duri da sciogliere

  13. talpastizzosa ha detto:

    ehehehe vedere la guerra fa sempre la sua porca figura e sul conflitto arabo-israeliano sono tante le cose che non vogliono farci sapere. C'è una signora che ho conosciuto di una ex repubblica russa che una volta disse che qui in Italia le immagini del suo paese che passavano in tv erano vecchie di dieci anni, vedi siamo schiavi dei giornalisti (non tutti) che ci manipolano il pensiero e le scene da vedere…

  14. Cosimopiovasco ha detto:

    Stavo per dirlo io… anche a me 'sto post ha data un po' l'impressione di un depliant di agenzia di viaggio …
    Il blog come promemoria?! Oh, bella, proprio l'unica applicazione che non mi sarebbe mai passata pel capo…
    Un abbraccio, tuo
    Cosimo

  15. affabile ha detto:

    Sì, Talpa, uno poi si immagina i soldati dei duri tatuati che non sorridono mai (ecco tipo Salvatore Parolisi) poi vede che in Israele sono ragazzine allegre dalle dita smaltate. Due anni di servizio militare obbligatorio per le donne, tre per gli uomini.
    Riguardo le ex repubbliche sovietiche ogni tanto mi capita di parlare con dele badanti del passato: quasi tutte rimpiangono il comunismo 'meglio la dittatura che la fame' dicono. E anche di questo da noi si parla poco.

    Cosimo per me è il 50% dell'uso del blog, l'altro 50 è scritto su, in alto a sinistra, sotto al 'chi sono'..ed è l'uso principale che ne fai tu, invece.

  16. jouy ha detto:

    Bello…., un progetto mancato, ormai posso affermarlo. Avrei dovuto recarmici, nel 2000, presso un Kibuz (socialista) in cui vive un carissimo amico. Anch'io uso il blog principalmente per lasciare, a me stessa, un passo scritto. Sono certa che le emozioni, prima o poi, riuscirai a comunicarcele. Detesto ogni guerra quanto apprezzo le rivoluzioni. Il comunismo sia in Russia che nei paesi satelliti, al tempo dell'URSS garantiva cibo, istruzione e sanità …. la democrazia se la sognavano. Strano … oggi  i Paesi democratici peccano (il nostro uno dei primi), infatti avanzano miserie, ignoranze e il diritto alla sanità sta diventando un mero ricordo per i poveri e presto anche per la classe media. I nuovi ricchi russi si permettono di spendere (in Versilia) migliaia di euro (a sera) solo per bere. Ciao!

  17. ondainlove ha detto:

    che bel viaggio!!!

  18. affabile ha detto:

    La nostra guida ci ha parlato a lungo dei Kibbutz, quando ci siamo stati, dice che è/ è stata un'esperienza che ha esercitato a lungo molto fascino anche sugli occidentali (come ricordavano i più grandicelli del nostro gruppo) ma oggi in definitiva un po' in crisi. Quello dove siamo stati noi pare che sopravviva soprattutto  per il suo carattere 'balneare' (oltre al ristorante offre anche un lido, dove magari vanno i camerieri, in genere volontari da tutto il mondo, dopo il turno).
    Eh sì bel dibattito quello sul post comunismo nell'est, davvero!

  19. Wolfghost ha detto:

    Ho trovato interessanti soprattutto i commenti, come tutti immagino E' vero: il blog nasce per essere un diario online, così tu in teoria ne fai l'uso più giusto. Ma oggi il blog lo si usa in maniera estremamente variegata, e l'uso da "diario" è quasi ormai in disuso…

  20. alessandra62 ha detto:

    Bello, si parte dalla descrizione di un viaggio per proseguire attraverso un dibattito su luoghi, costumi, fede e politica. E' proprio vero, sono molti interessanti anche i commenti e lo scambio d'idee.
    Comunque hai fatto un viaggio veramente interessante e bello, io non so il perchè, ma tendo ad andare sempre in su, a nord, saranno i periodi della vita che ci orientano verso certi luoghi invece che in altri.

  21. affabile ha detto:

    Anche a me piace tanto il nord, anche a Settembre andrò a Monaco. Ma certi viaggi li puoi fare per forza al sud…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...