Favole al telefono in bookcrossing

Oggi mi è capitata una cosa simpatica.

Su un muretto fuori scuola delle bambine vedo un libro:

Lo prendo pensando che qualche bambino lo abbia dimenticato e…sorpresa…nella prima pagina c’è scritto, più o meno:

"Ho avuto questo libro in regalo da una persona per me importante. Man mano che lo leggevo mi rendevo conto che le emozioni che provavo non erano le mie. Non appartenevano a nessuno. Leggi questo libro tu che lo trovi. Ma dopo che lo hai letto non deporlo in uno scaffale. Lascialo ancora in giro, al suo destino".

Mi piace questa cosa e piace anche alle bambine. Leggerò loro queste favole – per felice coincidenza già stavo leggendo alle piccole ‘il libro degli errori’ dello stesso  autore e poi farò continuare il giro (loro già fantasticano che il libro possa arrivare in Cina).

Questa voce è stata pubblicata in bambine, libri, viaggi. Contrassegna il permalink.

22 risposte a Favole al telefono in bookcrossing

  1. missi ha detto:

    Che meraviglia! Viene da fantasticare anche a me…chissà chi sarà il prossimo e ci scriverai un messaggio anche tu prima di lasciarlo andar via?

    Ti lascio un bacio 🙂

  2. affabile ha detto:

    Ottima idea Missi non ci avevo pensato! Sì scriverò anche io allora!

  3. azalearossa1958 ha detto:

    San Rodari appare spesso nei miei post… è ancora oggi uno degli scrittori per ragazzi più apprezzati, tant’è vero che chi lo legge, per non privare altri di questo piacere, lo condivide in questo modo.
    Avevo già letto di questa abitudine (se non sbaglio ne parlava il film "Serendipity") ed è proprio carina… se non fosse che io sono così gelosa dei miei libri!!!
    Forse potrei comprare una seconda copia di un libro che mi è piaciuto particolarmente e lasciarlo alla sorte…
    Buonanotte!

  4. affabile ha detto:

    Anche io amo Rodari,  ha accompagnato la mia infanzia e ora accompagna quella delle piccole, ho letto tanti libri suoi ma per una stranissima coincidenza proprio questo mi mancava.
    Sì anche io avevo letto di questa cosa ma quando ti capita di persona è tutto un altro effetto.
    Buona idea quella della seconda copia!

  5. tittidiruolo ha detto:

    FAVOLE AL TELEFONO DI RODARI..MITICOOOOOOOOOO!!!
     io lo adoro il Rodari, possiedo la raccolta complerta dei suoi scritti.. lo adoro è un mito! è mitico insieme a Mario Lodi, a Piumini, a Lorenzo MIlani. Sono stati i miei ispiratori gli esempi a cui mi sono riferita nei momenti più soli e bui del mio lavoro…
     E SOPRATTUTTO DIMENTICAVO!
     notevole il modo in cui lo hai trovato..!

  6. Chantilly ha detto:

    HO abbandonato tanti libri, pezzetti d me che vagano per il mondo.
    Me li immagino sfogliati, sotto gli occhi interrogativi e curiosi di sconosciuti che quei libri hanno misteriosamente incontrato. E tramite i libri persi ho una rete di sconosciuti che hanno posato i loro occhi esattamente dove li ho posati io.

    E mi piace.

    Ch

  7. Cosimopiovasco ha detto:

    Sì, è un’iniziativa molto simpatica, e da qualche tempo è stata istituzionalizzata a livello mondiale per merito dello statunitense Ron Hornbaker… fu chiamata bookcrossing (incrocio di libri), ma in Italia qualcuno ha proposto il termine LiberaLibro… si tratta per l’appunto di liberare libri in luoghi pubblici perché abbiano circolazione libera e gratuita, invitando chi li trova a farne proseguire la circolazione… se non conosci i dettagli li puoi trovare QUI
    Ho qualche riserva, invece, sull’idea dei messaggini accompagnatori… è decisamente suggestiva ma poco applicabile… dopo cinque o sei passaggi non ci sarebbe più un margine libero … invece le associazioni di volontariato che si occupano di bookcrossing hanno predisposto delle apposite fascette dove chi vuole può annotare luogo e data del trasferimento (e anche firmarsi se lo desidera); in questo modo se un libro fa il giro del mondo lo si viene a sapere.
    Bacioni, tuo
    Cosimo

  8. giarre ha detto:

    istituzionalizzare un idea.. che barbarie.. tipica degli americani
    io favole al telefono é l unico che ho letto di rodari..

  9. ziacris ha detto:

    che cosa fantastica..mi hai dato un’idea per il prossimo libro da leggere alla Tata

  10. tittidiruolo ha detto:

    off topic
    w la crisi e le promozioni, ho vinto 150 euri da spendere allo stesso centro…il 27 due ore (due) si replica con sauna e altro… wowww

  11. ipitagorici ha detto:

    Grande Rodari, davvero uno dei migliori.

  12. anonimo ha detto:

    Il bookcrossing è entrato "in circolo" dalle nostre parti credo grazie a Fahreneit di Radiotre… (almeno io l’ho scoperto così, anche se non l’ho mai praticato)
    Mi permetto un consiglio per non scrivere sul libro: usare un foglietto staccato come segnalibro… (non amo scrivere sui libri, mi piacciono consumati/consunti ma intonsi!

    hacibekir  

  13. iolosoxchecero ha detto:

    azalea ha scritto quello che ho pensato mentre leggevo il modo curioso con cui sei entrata in possesso…temporaneo…di questo libro: io sono troppo gelosa per lasciarli "liberi"…però è na cosa bellissima, lo stesso. Carina pure l’idea delle "fascette" per lasciare traccia di sé. P.S. trovo stupendo che le tue bambine siano state coinvolte in questa cosa e che ne siano tanto entusiaste. Devi essere proprio una mamma super! Oltre che affabile…

  14. affabile ha detto:

    Chantilly e tu? Li hai mai trovati?

    Sono a metà tra Cosimo e Laura: da un lato che qualcuno porti avanti l’idea in maniera organizzata permette il difofndersi questa iniziativa (so che a Napoli in passato l’ha fatto la fnac) però è anche vero che l’organizzazione toglie la poeticità di trovarlo all’improvviso come è capitato a me su un muretto…

    Eh fahreneith! Dopo che il mio cuore di bancaria ha parlato di Barisoni un giorno parlerò anche di loro…(a dire il vero scegliere tra le due trasmissioni è sempre un dilemma)

  15. talpastizzosa ha detto:

    troppo bello… voglio trovare anch’io un libro…

  16. laghira ha detto:

    o mio dio..mi sono venuti i brividi…fantastico *_*

  17. juliaset ha detto:

    Che bello, ho sempre sognato di trovare un libro così…e che libro!:-))

  18. lucy1957 ha detto:

    Che bello !
    Quanto tempo che non entro più a salutarti , sono diventata pigra, scrivo poco … senza che ci sia un motivo.
    Ma gli amici non li scordo.
    Buona serata Lidia   

  19. latendarossa ha detto:

    A me sinora non è mai capitata l’esperienza del bookcrossing…io di Rodari ho la Grammatica della fantasia, che già come titolo mi pare a dir poco geniale. Che sia il momento di leggerlo?

  20. turquoise ha detto:

    E’ un gran bene per chi lo leggerà che Rodari vada in giro, gli auguro un giro il più lungo possibile.

  21. starmorning ha detto:

    forse questa cosa dovrebbe valere per tutte le parole, anche per i nostri post..anzichè nella rete, lasciare messaggi nelle panchine, nei supermercati…io raccolgo molte cose da terra e così ho le tasche piene di sassolini, bastoncini, carte da gioco…sarebbe bello ci fossero anche parole, per un po’, solo un po’, per poi riaffidarle al vento…

  22. ladolcetempesta ha detto:

    c’e un punto di trieste una scaletta che s’affaccia sul mare che ha visto passare di manopiu’ di un  libro  lasciati non per dimenticanza ma con
    la volonta’ di far circolare le parole

    pero’ non ne ho mai trovato uno mi piacerebbe
    e magari leggerci’ il pensiero lasciato da chi l’ha letto

    un saluto cara affabilosa
    su ha ragione missi scrivici qualcosa
    prima di lasciarlo ad’ altri occhi e ad’ altre mani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...