La lista della spesa

Stasera  ispirata da  un’epopea dedicata alla spesa  ho voglia di chiedervi: mi scrivete l’ultima spesa che avete fatto al supermercato? E in particolare, vi siete attenuti alla lista mentale o no o avete "tracimato"? Ceduto al canto delle sirene delle offerte speciali? Quanto è costata?

Ovviamente, comincio io:

Carote
Insalata
Latte aq
5 Philadelphia (offerta: se non c’era l’avrei preso lo stesso ma solo due)
Yogurt liquidi
Yogurt compatti (offerta)
Mousse magra alla frutta
Farina
Spinacine (offerta)
Piselli surgelati
Asparagi surgelati

Costo finale 24 € e centesimi vari

La rileggo e mi autoassolvo, solo tre offerte speciali e un solo articolo di carne (ovviamente, in offerta). Immagino che Veronesi sarebbe soddisfatto…

Questo post perchè poi la nostra vita è fatta anche di questo…(Piacerebbe a Feurbach)

Ma quel foglio che chiedete
E’ la lisrta della spesa
E’ la lista! Son di stucco!
(Da "il Barbiere di Siviglia")
Questa voce è stata pubblicata in a tavola. Contrassegna il permalink.

59 risposte a La lista della spesa

  1. affabile ha detto:

    Avevo dimenticato le sottilette

  2. laghira ha detto:

    ahaha : P
    Come avrai potuto leggere da me , io mi attengo alla lista si, ma ci metto anche “qualcosa” in più ; P
    avrò speso una quarantina d’euro..
    e solo 3 o 4 erano cose commestibili ; P

    bacio cara!

    ps: che vuol dire latte aq?O_o

  3. affabile ha detto:

    Come ti ho scritto il tuo post era fenomenale! Bello il pudore del qualcosa virgolettato….;)
    Aq= Alta qualità (costa il doppio dell’Uht – pastorizzato ma ne vale la pena)

  4. qwe ha detto:

    pizza bianca
    mortadella
    birra chiara in lattina
    mandarini

  5. cautelosa ha detto:

    Non faccio quasi mai la lista scritta della spesa, ma di solito esco di casa con un elenco mentale di “cose” da comprare, a cui spesso aggiungo quello che mi ispira al momento. Oggi non sono andata al supermercato, ma:
    dal solito fruttivendolo in piazza (insalata, kiwi, un cavolo verza);
    in pescheria (filetti di Halibut e del salmone);
    dal fruttivendolo siciliano (arance, clementine, pomodori);
    dal panettiere (pane e latte).
    Ed è tutto.

  6. affabile ha detto:

    Qwe: essenziale direi

    Cautelosa: complimenti, molto equilibrata. Piacerebbe andare per negozietti anche a me, è una delle cose che mi piace delle vacanze ma un po’ nella mia zona non ci sono se non a cercarli bene ma soprattutto il tempo è sempre poco.

  7. Cosimopiovasco ha detto:

    Siamo sicuri che interessi a qualcuno ‘sta cosa?… Vabbe’ che, per l’appunto, siamo quel che mangiamo, ma insomma…
    Cmq detto fatto, ho qui lo scontrino dell’altro ieri…
    Patate
    Limoni
    Rucola
    Pane
    5 tipi di formaggio
    Mostarda
    2 conf. caffè
    Carote
    Prezzemolo
    Ravanelli
    Miele
    Ali di Pollo
    Petti di pollo
    Carpaccio di polpo
    Salmone affumicato
    Tortellini
    Tot. 76,60 €
    Manco un articolo in offerta, mannaggia!… e sì che (da buon genovese) sono un cacciatore di sconti…
    Un sorrisone, tuo
    Cosimo

  8. Rosslare ha detto:

    mi astengo, non faccio una spesa alimentare da prima della nascita.

    possiamo parlare di elettronica se volete, ormai le memory pen da 16 giga sono arrivate a 24,99 euro.
    quelle da 8 si trovano a 14,99 euro.
    se pensate che il mio primo PC aveva un disco rigido di 400 mega, praticamente una memory pen da 16 giga ne conterrebbe 40 in uno spazio di una falangina del dito medio.
    L’elettronica è l’unico settore in continuo calo dei prezzi.

    o posso parlare della mia prima macchina digitale, una Sony pagata 585 euro con memoria da 16 mega (!!!) fortunatamente espandibile, 5.000 pixels (un lusso per allora) che ora non produrrebbero più nemmeno per la Barbie anche se consente di fare foto splendide.
    guardare flickr per credere.

    oggi gli stessi risultati, se non migliori, si ottengono con 99 euro di spesa.

    di latte, uova, tonno, pannolini e omogeneizzati non so, mi spiace…

  9. Brigant ha detto:

    Io sono un modello … di supermercato.
    Quotidianamente mi recoal GS (questioni di logistica) … compro le cose necessarie, soprattutto se in offerta.
    Ciaooo :o)

  10. ladolcetempesta ha detto:

    io non sopporto i supermercati -p

    e da quando ci lavoro
    ( mi stavano antipatici anche prima)
    la spesa la fa il mio compagnodivita
    e devo dire che graduatamente voui la crisi vuoi che si cresce prima gli lasciavo mano libera ma essendo questa un po’ molto bucherellata il mio bancopazz piangeva spesso
    allora sono corsa ai duri rimedi rimediati dopo una lunga e ponderata chiacchierata a due e cosi ecco spuntare la lista della spesa che sforava quasi sempre abbondandemente allora altra crescita altro giro di ponderata chiacchierata e via il bancopazz spuntano i contanti che col tempo sono quasi sempre piu contati e attinenti alla lista
    questo ovviamente per contenere il bagget e quando ci si sta dentro ecco rispuntare la nuova carta magica ovvero la ricaricabile dove piu di quel che ricarichi

  11. ladolcetempesta ha detto:

    si chiama previsione di bilancio familiare -p

    so sadica lo so ma e largamente condivisa e accettata da lunghe e ponderate chiacchierate di coppia

    sai la frase piu sentita
    sul lavoro qual’e??
    ero entrato/a per due cose
    e otto clienti su 10 da la colpa anoi per le promozioni che obbligano a comprare
    gli altri due da la colpa
    ai carrelli troppo capienti

  12. giarre ha detto:

    io vado tutti i sabati sera alle 7.30 con r.
    non facciamo la lista anche perche’compriamo sempre le stesse cose
    verdura (broccoli, cavalo, insalata, spinaci,pomodori, finocchi, carciofi), frutta (arance, mele, mandarini, banane), yoghurt (confenzione da 6 magro alla frutta, uno bianco per farlo a casa), pane, latte (biologico fresco parzialmente scremato)
    pesce surgelato, se in offereta meglio, minestrone surgelato, tonno naturale, salmone naturale,
    acqua lievemente frizzante coop e una confenzione di uliveto piccola, fette biscottate mulino bianco ai cinque cedreali, biscotti oro saiwa con le fibre e corn flakes biologici

  13. ladolcetempesta ha detto:

    18 bott acqua nat e 3,24
    2 saccc biolog e 0,10
    cime di rapa e 3,71
    1 latte parz scremato e 0,65
    focaccia ruc e grana e 1,38
    porro e 0,64
    2 pane a fette pugliese e 3,08
    2 reginette ( manfredi) e 2,04
    pinoli primo prezzo e 1,85
    ricotta preziosa vasetto e 1,39
    spago cucina g 50 e 2,40
    base per pizza e 3,21
    penne rig b. e 1,63
    3 bistecche x involtini e 6,80
    giornali riviste e 3,90
    passata rustica e 1,59
    salsa rustica e 1,02

    totale 38,63

    pressapoco da lista piccoli extra crescono se c’e attila a fare compagnia -))

    ecco una delle piu recenti liste esattamente del 10 genn :-))

  14. ladolcetempesta ha detto:

    la lista si riferisce al solo pasto domenicale che consisteva
    di un primo manfredi con la ricotta
    per 4 persone e braciole
    ( involtini di ricotta e pinoli
    con cime di rapa ( friarielli )
    di contorno )

  15. piccerella ha detto:

    io faccio la spesa per conto di mia madre.
    dipendesse da me non andrei mai al supermercato perché mi stanco e mi snervo..troppa gente aggiro..sempre di fretta.
    io preferisco andare alle 8.30 del mattino e a volte mi capita di andarci ma poi il più delle volte vado più tardi..e trovo la folla incazzata e frettolosa.
    di sicuro prendo sempre la pasta Garofalo che ritrovo a € 1,09 al mezzo chilo.
    un pò tanto.

  16. kymma ha detto:

    per fotuna questa non è una mia incombenza…un saluto by imma

  17. ladolcetempesta ha detto:

    qui costa quasi uguale ma io faccio miniscorta quando la mettono in offerta a 76 cm al mezzo kilo
    ma i formati speciali non vengono mai messi in offerta .-(

    piccole kimmabell crescono e dovranno poi fare la spesa a menoche non sposino un principe piu che azzurro danaroso assai
    o meglio ancora non facciano una sfolgorante quanto ben retribuita carriera di grafica-p
    allora potranno farsela fare dalla colf la spesa

  18. missi ha detto:

    Mi “quasi” attengo alla lista mentale e nn prendo mai il carrello per dimenticanza:

    Arance
    Mandarini
    Limoni
    Pomodori
    Una melanzana
    Funghi freschi
    Spinaci
    Fettine di carne
    1,5 etti di lonza [credo la vostra “coppa”]
    1,5 gr di mortadella
    Ricotta di mucca
    Pasta fresca all’uovo
    Tre bottigliette di shampoo dell’erboristeria del corso.

    …erano “finite” le braccia 🙂

    € 23,30 [conservo gli scontrini]

    Buon pomeriggio e baci 🙂

  19. tittidiruolo ha detto:

    senti, io mi vergogno, siamo in 4 compro tanto e spendo tanto, molto più di voi.
    frutta in totale almeno 6 kili arance. mele, kiwi, banane, verdura :bietola spinaci 1kg e mezzo. verdura per minestrone, 1,5 kg. insalata mista 1kg. c’era la spesa della carne.. 2kg di pesce surgelato baccalà e quello a fette..
    yoghurt bianchi due per pizza (in offerta) passata di pomodoro…detersivi .
    Solo in necessario, se il necessario è in offerta confronto l’offerta con il prezzo coop, secondo ciò che conviene..

  20. aleike ha detto:

    Mi piace questo post, al supermercato io mi impiccio sempre a guardare nei carrelli degli altri,che mi sembra che, da cio’ che acquistano, capisco un po’ della loro vita!
    Stamattina:
    2 buste di insalata gia’ lavata
    2 buste di verdure gia’ lavate (sono pigra)
    1 confezione di pane in cassetta
    1 confezione di caciocavallo
    1 etto di crudo, mezzo di mortadella, mezzo di speck
    mozzarella
    cioccolatini
    Grappa per gratificare il mio compagno nei we
    pan grattato
    Ho speso 34 euro.
    Vado sempre con la lista, assolutamente, un periodo poi la scordavo a casa, ora quasi mai.
    :o)

  21. carlac ha detto:

    Io diligentemente preparo una lista dettagliata e poi…….mi faccio prendere la mano, anzi il portafoglio un salutissimo Carla
    p.s. per quanto riguarda la nevicata ti dico solo che dopo una settimana ci sono marciapiedi pieni e strade come piste di pattinaggio

  22. juliaset ha detto:

    Ma quanti latticini, mia cara!
    La mia ultima spesa (a memoria):
    basilico
    banane
    mandarini
    broccoli
    pomodori pachino
    olive
    biscotti
    yoghurt
    latte
    platessa
    macinato di carne
    tonno
    bruschettine
    zafferano
    piselli
    ceci
    minestrone surgelato
    sapone liquido
    acqua ossigenata.
    Qualche cosa fuori lista e mi sono dimenticata i fazzoletti di carta!
    Costo non me lo ricordo, meno di quaranta euro.

  23. affabile ha detto:

    Ma quanti commenti penso che sia il record commenti/giornata…vuol dire che l’argomento è sentito….
    Commento uno per uno….

    @Cosimo a chi vuoi che interessi? A me no?? Come spiega Aleike sotto è divertente guardare nel carrello (virtuale in questo caso) altrui…
    Su Feurbach sai che ricordo solo questa frase? Beh anche che approfondisce il materiasmo ateo di Marx. E basta.
    Sulla tua spesa…molto raffinata direi…certo caruccia ma le cosa buone costano….

    @Rosslare e Kymma….ce piensa mammà eh?
    Sai Ross credo di aver comprato un pc prima di te. Il mio, nel 1991 con ben 20 mb di memoria allora appariva un prodigio della tecnica…:-o!

    @Ciao brigant anche tu GS? Io al GS per le cose buone da Alvi perchè accetta i ticket

    @Dolcetempesta bellissimo bancopazz e giusta la decisione familiare….E comunque è vero che uno entra per due cose e poi….In effetti a me aiuta prendere il cestino invece del carrello (e poi faccio le comiche…quasi ci manca che la bottiglia d’olio la metto in testa….)
    Pane pugliese? Poraccia!
    Scusa ma la ricotta preziosa cos’è?

    @giarre complimenti lista molto equilibrata. Parli sempre delle tue lotte con la bilancia credevo trasgredissi molto di più (tipo lista Cosimo più su)

    Continua…..

  24. affabile ha detto:

    @Missi com’è la ricotta di mucca? Mai presa?

    @Piccirella davvero prendi la pasta Garofalo? Brava mi fai sentire orgogliosa. E cmq da noi sta 1,20….Lo sai che mio nonno ai suoi tempi era l’unico distributore di pasta di Gragnano a Napoli? Nel suo piccolo, una celebrità!

    @Titti ma quale vergogna e vergogna sei la massaia perfetta invece 🙂

    @Aleike esatto hai capito lo spirito del post come ho scritto a Cosimo sopra…Buono il caciocavallo!

    @Carla: come dico a Dolcetempesta, un classico!

    @Julia dici che esagero con i latticini?

  25. missi ha detto:

    Oddio…che domanda…nn so rispondere! :))
    Come dovrebbe essere? Io credevo l’avessero assaggiata tutti almeno una volta nella vita!
    E’ bianca, cremosa ma nn troppo e dolce…ideale per i dolci ma buona anche per preparare la bruschetta o la frittata.
    Ma la pasta fresca col ripieno “ricotta e spinaci” nn usa questa?
    Forse da voi semplicemente nn si fa distinzione tra questa e quella di pecora, può essere? 🙂

  26. affabile ha detto:

    Missi, Boh? Noi abbiamo due tipi
    “La ricotta” è quella normale.
    E poi
    “la ricotta di fuscelle” più morbida e a mio avviso anche più saporita (e più cara)

    Sarà nascosta tra queste due quella di mucca??

  27. ladolcetempesta ha detto:

    cose’???
    e la ricotta bianca morbida tipo ricotta di fuscelle e sistemata pero’ in cestini traforati di plastica alimentare ed’e piu cara delle altre ricotte che sembrano delle paste quasi compatte al gusto di ricotta
    ps
    credo sia ricotta di mucca ma confermo dopo averla ricomprata e letto l’etichetta

    ps
    non e dolore ma pieta’ per una mia coetanea che ha fatto del suo lavoro la sola ragione di vita
    nemmeno il piacere di essere donna si e concessa
    una maglia di una catena di cui fra poco nessuno si ricordera nemmeno
    questo e quello che non ritengo giusto

    dolcenotte affabilosamia

  28. piccerella ha detto:

    1,20???
    mi farebbe piacere capire come mai lì..proprio lì costa tanto..
    a casa mia la pasta si mangia solo di domenica e non sempre..durante la settimana mai..stiamo tutti fuori a pranzo e a cena pure.
    la pasta garofalo mi piace da sempre..raggiunge il giusto punto di cottura e poi io la mangio al dente..anche se secondo i miei la mangio cruda.
    questioni di punti di vista.
    distributore?tu sarai una intenditrice allora!

  29. missi ha detto:

    Buongiorno 🙂

    Ecco, quella che dice Virginia! 🙂

  30. NeLLaS ha detto:

    Nn saprei spiegarti i motivi ma nella mia lista spesa non rientrano quasi mai le offerte speciali…probabilmente perchè sono affezzionata ai miei prodotti…e compro abitudinariamente sempre le stesse marche…
    Quando vado al supermercato la mia spesa minima sono 50 €… e da qui a salire…
    Nn son mai scesa sotto questa soglia…anche se mi piacerebbe…
    In fondo siamo solo due persone in casa… ma proprio per questo forse nn badiamo a spese…
    Un abbraccio a te…
    Anto…

  31. giarre ha detto:

    a proposito di..
    1) ricotta
    -da noi a florence ci e di due tipi di mucca e di pecora quella di pecora e’più buona ma più grassa
    -da noi a palermo che la ricotta e’come il prezzemolo (presumo) che ci sia solo quella di pecora perchè io di mucche in sicilia mica ne ho viste?
    2) a proposito della dieta cara lidia io ingrasso anche se ne parlo di mangiare… figuriamoci.. basta mangi un po di pane e un po di olio e ingrasso figuriamoci se mi posso permettere di mangiare latticini, dolci o salumi. Poi siamo in due e r. non mangia carne.

  32. ladolcetempesta ha detto:

    e io confermo il prezzo della pasta garofalo ( che uso) formati non speciali ovvero penne rigatoni e simili hanno un costo di euro 1,09
    io l’adottai quale pasta ufficiale di casa mia per spirito di sopravvivenza del nostro gusto altre paste con il mio ( vecchio ) metodo di cucinatura ovvero cucinare mentre si faceva altre duecento e varie cose si finiva per mangiare la pasta un po troppo scotta per i nostri gusti la garofalo invece mi sostenevA ALLA GRANDE mentre lei si cucinava da sola io poteva gia portarmi avanti con le cose del giorno dopo
    uauuuu che pasta
    ( da non dimenticare la pasta di nola con la confezione blu mare che pero qua non trovo

    emm volevo solo salutare -P

  33. ziacris ha detto:

    Io mi attengo alla lista, visto che sono una compulsiva per la spesa alimentare, se do libero sfogo non mi fermo più

  34. ladolcetempesta ha detto:

    la mia cliente numero nove mi ha detto testuali parole
    di solito non spendo mai oltre le 70 euro
    bhe allora oggi si e impegnata un po piu del solito e stata la mia spiritosa risposta
    e lei ma sa che anche l’altra volta che ho sforato le duecento ero venuta alla sua cassa
    emm quindi la colpa e mia se oggi ha sforato i 250 euro
    la sua risposta bhe incomincio a credere di si
    quello che non ho detto non lo posso dire
    ho solo ironizzato che la prossima volta le sarebbe stato utile piu che andare in un’altra cassa di restare a casa sarebbe stato l’unico modo di risparmiare per davvero e di risparmiare anche a me le colèpe nel caso la prossima volta sarei stata la sua cassiera designata-p

    alla fine mi ha detto
    io scherzo sa
    mi piace scherzare con le cassiere
    emm
    affabilosaaaaaaaaaaa dimmi che tu non scarichi sulle cassiere la colpa delle tue spese ,-p

  35. affabile ha detto:

    Eh Piccirella cara nella pasta ma come nel sesso e come in tante altre cose la legge è sempre la stessa, domanda e offerta…laddove il prodotto è richiesto assai i prezzi lievitano, dove c’è abbondanza scendono….
    Io un’esperta…beh mio nonno è morto prima della mia nascita (9 giorni prima per la precisione…ci siamo mancati per poco…e dire che io arrivai proprio con 10 giorni di ritardo…), però mia mamma mi raccontava le sue tecniche di marketing:
    Ogni domenica andava in un ristorante diverso con la famiglia. Entrava in cucina e diceva: vi pagherò lo stesso prezzo ma vi prego usate per questa pasta che vi ho portato che vendo io è troppo buona e noi mangiamo solo questa. I cuochi incuriositi una volta assaggiatala ne riconoscevano la bontà…e il pranzo si concludeva con un bel contratto di fornitura…:)

    Laura sai che la scorsa estate ho convissuto con un vegetariano? Una bella esperienza, il suo privarsi di carne accendeva la fantasia nella preparazione delle altre pietanze…Non mi sono “convertita” ma impegnata comunque a ridurre il consumo di carne.

    Tempestina come devo averti già spiegato io non ho una cassiera ma un cassiere…tipo giovane e pure discretamente piacente…a me piacerebbe “farci amicizia” ma niente…tipo che non dà confidenza (sarà sposato con l’addetta al banco informazioni che lo sorveglia??)

  36. Rosslare ha detto:

    *****Eh Piccirella cara nella pasta ma come nel sesso e come in tante altre cose la legge è sempre la stessa, domanda e offerta…laddove il prodotto è richiesto assai i prezzi lievitano, dove c’è abbondanza scendono….*****

    dissento perchè se i prezzi della
    pasta aumentano uno può ovviare riducendo la quantità da consumare se invece uno vuole farsi una bella scop…sì, vabbè. s’è capito…
    non è che può fermarsi a metà o a tre quarti o farsene solo un po’ dicendo:”oh cara, è stato bellissimo ma non preoccuparti,domani continuo…”

    o no?

  37. piccerella ha detto:

    tuo nonno era un ottimo commerciante 🙂
    anche io ho avuto un nonno commerciante e lui era davvero bravo..difatti fece una fortuna
    da lui ha preso i pregi mio fratello..anche se il settore è diverso ma nelle vendite e nel proporre un prodotto è davvero bravo.
    se lo contendono diverse aziende ma lui da bravo imprenditore preferisce non “buttarsi” con una ma tenerle buone tutte 🙂

    sulla tua regola economica dissento.

    la legge della domanda e dell’offerta dice invece proprio il contrario..
    e cioè se la domanda di un prodotto aumenta il prezzo diminuisce,se invece la domanda di quello stesso prodotto diminuisce,allora il prezzo aumenta.
    e lì che nella tua zona se ne produce a iosa e ci saranno anche stabilimenti locali dovrebbe essere inferiore il prezzo rispetto a quello che pago io.
    dimentichi i costi aggiuntivi che tu non dovresti avere..e che invece dovrei avere io.
    avrai mica studiato lettere e lavori all’accademia dei lincei? :)))))

  38. ziacassie ha detto:

    la spesa la fa tutti i giorni f., si fa fottere da un mare di offerte specialmente detersivi saponi ecc.
    al sabato la facciamo assieme, ci spingiamo magari a Mercato Orientale, che e’ un posto bellissimo, uno dei mercati della frutta e verdura piu’ bello di genova. caro come il sangue ma super bellissimo.
    non abbiamo mai la lista.
    si guarda, si vede cosa c’e’, magari in offerta e si decide in base a quello. come per il pesce al sabato mattina. si va a vedere, se hanno pescato tanto e bene, si compra, altrimenti si cambia.
    non compro surgelati.
    pero’, lei mi deve dire una cosa: con quella lista che cosa ha cucinato? e la carne che cita in fondo dove sta?

  39. missi ha detto:

    Ho riso con la storia del cassiere “timido”, ma secondo te l’addetta alla sorveglianza è gelosa? Una donna gelosa si riconosce, e si fa riconoscere, sempre 😉

    Buongiorno Affabile 🙂

  40. cautelosa ha detto:

    Che interessante leggere tutti questi commenti e quante abitudini diverse si scoprono…
    Anche a me, quando sono in fila alla cassa del supermercato, piace osservare cosa hanno comperato gli altri… Inoltre, io sono il tipo che si lascia tentare dalle novità e dai prodotti in offerta speciale (almeno certe tipologie, i biscotti, ad esempio)… in questo ho appreso assai bene i comportamenti di mia mamma che era ben attenta ai prezzi, dovendo far quadrare un bilancio non particolarmente ampio. Comunque, in questi ultimi anni, ho cambiato molte abitudini, forse legate al fatto che non devo fare i conti proprio al centesimo, per cui quasi tutta la frutta e la verdura dal fruttivendolo, che sarà un po’ più caro del supermercato, ma offre maggiori possibilità e maggiore qualità, altri prodotti (caffé, the…) del mercato equo e solidale, detersivi a litro, in un negozio dove si va con il contenitore proprio e, last but not least, affettati e formaggi in salumeria.
    Il giorno della spesa più consistente è il sabato, quando il consorte, molto attivo e “presente”, funge anche da sherpa…
    Infine, interessanti i giudizi sulla pasta Garofalo, che trovo anche nel mio super… Li riferirò al marito, che sceglie invece De Cecco…
    Ciao!

  41. Rosslare ha detto:

    non ho letto di nessuna donna (e non me ne meraviglio) che fa la spesa guardando lo stabilimento di produzione e non il nome, la marca del prodotto o l’etichetta dei valor inutrizionali ma guarda solo il prezzo. Peccato perchè Scoprirebbe cose assai interessanti.
    per esempio che la pasta di Gragnano, la migliore pasta industriale in assoluto, in realtà è fatta in un paio di stabilimenti soltanto.
    Poi prende nomi e confezioni diversi.
    che due confezioni di latte a lunga conservazione costano in modo diverso ma se guardate bene vengono fatte nello stesso stabilimento. E’ vero che non faccio la spesa alimentare ma so leggere e ragionare con la mia testa.
    la marca di pasta più famosa d’Europa non ha fatto altro che acquistare stabilimenti in brutte acque un po’ in tutta Italia, li ha risollevati finanziariamente e li ha lasciati tranquillamente continuare la produzione. Cambia la pasta, cambia lo stabilimento, ma il nome resta uguale. Morale della favola? la pasta del pastificio X più economica, ora è la stessa ma costa di più perchè la vende la società Y.
    Del resto che siamo ormai in preda alla follia pura lo si può notare anche comprando due tipi di olio lubrificante per auto.
    La marca X costa 13 euro al litro ma nei supermercati si trova la marca Y che costa 4 euro al litro. Guardando con l’ausilio del microsc…ehm…della lente di ingrandimento si scopre che chi produce l’olio Y non è altro che la stessa società (e stabilimento) che produce l’olio X che costa però oltre 4 volte di più.
    continuiamo pure a comprare merendine fatte nei mulini bianchi…

    ma se guardiamo attentamente il quadro nutrizionale delle merendine fatte nel capannone grigio e brutto notiamo che è perfettamente uguale.

    la legge delle probabilità impedisce che possa accadere per prodotti fatti da case diverse.

    quindi nel capannone grigio e buio si fanno Merendine (ma anche gelati, panettoni,colombe e quant’altro) a tonnellate che sono uguali a tutte le altre. Cambia solo la confezione.
    e il prezzo, lgicamente…
    Aprite gli occhi e… buon appetito.

  42. ladolcetempesta ha detto:

    oggi sempre con lista

    spaghetti rigorosamente
    garofalo 2 pacchi
    pomodorini pachino
    1 kilo di vongole
    pane ( aime’ ) pugliese
    perche e quello meno gommoso e commestibile anche il giorno dopo se avanza o trasformabile in veloci bruschette per un pasto lampo
    un due e un sette ( candeline)
    una torta con fragole
    un profumo roma

    e pure oggi mi son tolta la paura di stare senza fare spesa
    rigorosamente non fatta da me ovviamente

    buongiorno e buona spesa a tutti

    ps
    un cassiere maschio timido??
    sssisi sicuramente era sotto controllo da una collegacompagna di guardia e supergelosa

  43. Diamanteviola ha detto:

    La lista la faccio , poi la dimentico a casa e vago per il supermercato cercando di ricordare quello che dovevo comprare e ..a volte ci riesco!

  44. Cosimopiovasco ha detto:

    Come non detto… sembra che quest’argomento acchiappi un casino tutti quanti… non me lo sarei mai aspettato…
    Va’ un po’ a capire i misteri della psiche umana…
    Un abbraccio, tuo
    Cosimo

  45. giarre ha detto:

    i misteri della psiche???
    scusa ma e la cosa che si DEVE fare tutti i giorni o almeno tutte le settimane…

  46. affabile ha detto:

    @Piccirella, sono laureata in lettere ma lavoro in banca…

    @Zia Cassie la carne (di pollo) erano le spinacine. Ok un po’ spuria…ma fammi essere figlia della pubblicità che crede che così figlie mangiano carne e verdura contemporaneamente.
    Ci ho fatto quattro cene: 1) Spinacine 2) Toast (con sottilette e prosciutto del giorno) e insalata 3) Philadelphia e carote 4)risotto agli asparagi

    @Missi e Dolcetempesta…in effetti “sguardi assassini” tra il banco informazioni e la cassa ne ho notati…sarà gelosa in quanto donna ufficiale o innamorata senza speranza…:)?

    @Cautelosa stupendo il consorte Sherpa…come si vede che sei donna di montagna….:)

    @Dariol sempre il più perfettino tecnologico di noi tutti bravo…cavolo ma quanto costano poco gli yoghurt da voi…

    @Eh Cosimo la facciamo tutti o quasi. A te comunque l’oscar della spesa più “glamour” (quando vincerò la pigrizia e imparerò come se fa il tag corsivo…?)

  47. affabile ha detto:

    Eh Laura abbiamo scritto lo stessa cosa!

  48. piccerella ha detto:

    lavori in banca?beh ma in banca non si impara l’economia politica né le regole del mercato 🙂
    sei giustificata.

  49. Cosimopiovasco ha detto:

    Eh, son tante le cose che facciamo tutti ;-)… ma non è detto che interessi sentirsele raccontare… non me l’aspettavo una tale partecipazione…
    Il tag del corsivo si fa con una “i” tra parentesi uncinate per aprirlo e con “/i” (idem) per chiudere, lo vedi indicato in basso pure nella finestra dei commenti…
    Un piccolo consiglio, se posso permettermi: ogni volta che sperimenti un tag HTLM fallo in un tuo commento, non su un blog altrui, così almeno puoi cancellare e riscrivere quante volte vuoi… ho fatto di quelle figuracce le prime volte che ho tentato d’inserire immagini o link nei commenti!…
    Bacioni, tuo
    Cosimo

  50. affabile ha detto:

    Sì Cosimo ma poche cose che facciamo tutti neanche il sesso (a meno che non si sia…particolarmente atletici) permettono tante variazioni come le scelte in un supermercato…

  51. affabile ha detto:

    Ehi hai visto! Ci sono riuscita al tag corsivo! E al primo tentativo! Grazie per l’incoraggiamento…

  52. arabapernice ha detto:

    spesa di sabato: ‘calo’ dal paesello e faccio scorta settimanale. ieri ho sbagliato l’ora (troppo tardi troppa gente), ho dimenticato a casa la tessera coop e ho perso tempo a fare l’ennesimo duplicato. In uno stato di isterismo pressoché totale, ho messo nel carrello:
    4 pile ministilo
    acqua min lievemente frizzante coop
    grissini iposodici per mamma
    biscotti senza zucchero idem c.s.
    3 limoni, 2 carciofi, 3 zucchine, 4 arance
    (ho superato sdegnosamente le noci, a 6 e 99 al kilo ma ho sofferto un po’)
    vassoietto di filettino di maiale
    toma nostrana
    latte fresco ma che dura un po’ di più parzialmente scremato coop
    uova
    the
    tubetto di salsa.
    Tutto rigorosamente come da lista.
    Niente detersivi, che acquisto in bidoncini 5lt/3 euro e venti.
    Poi, in assoluta necessità di una botta di vita, e assetatissima, ho preso un coca cola, ho scoperto che non mi piace neanche poi tanto e mi accorgo adesso che l’ho dimenticata in macchina.
    Ah, ho comprato il ferro da stiro nuovo, in offerta scontato per i soci.
    A quel punto ero francamente esausta!

  53. affabile ha detto:

    Ciao Araba!
    Spesa “importante” direi…
    Hai fatto bene a superare le noci…6,99 mi sembra un po’ esagerato…da noi difficilmente superano i 4 €….

  54. dariol ha detto:

    Lidia mi ha chiesto cosa e’ il salvatempo.

    Il salvatempo e’ un lettore ottico con cui io registro i vari prodotti che metto nel carrello e, una volta arrivato alla cassa, non devo piu’ metterli sul nastro trasportatore perche’ sono gia’ stati letti dal mio salvatempo: devo solo pagare!
    Il salvatempo e’ attivo nei supermercati COOP toscani dal 1998.

  55. tittidiruolo ha detto:

    Scusate se mi intrometto, ma l’argomento mi interessa un poco, sono entusiasta del salvatempo…il salvatempo da alcuni mesi è attivo anche all’esselunga. Sai sempre quando spendi perchè hai il totale parziale e completo a vista nel lettore ottico, alle casse scorri veloce se non hai la rilettura…cioè
    i controlli (avvengono periodicamente)della spesa effettuata, che sono diciamo “punitivi”, cioè se trovano anche una minima differenza fra il totale del tuo lettore e il loro scontrino, dovuta ad una dimenticanza, oppure una differenza in eccesso perchè hai battuto un prodotto due volte, per un mese ogni volta ti controllano la spesa, cioè alla cassa te la fanno ripassare dalle cassiera, mi è accaduto una volta, e fanno molto bene perchè e facile per i malintenzionati rubacchiare, è un metodo che si basa sulla fiducia al consumatore , e la fiducia va meritata :). Una cosa importante sul salvatempo si può rivedere la spesa effettuata ed una volta mi sono trovata 98 euro di agnello !!! che non avevo acquistato…la direzione mi ha scalato quella spesa che non avevo fatto. Alcuni accorgimenti sono necessari, ma è utilissimo.. Scusami la lunghezza, Dario è stato più sintetico, ma io che vado sempre di corsa, sono fanatica del salvatempo..:)

  56. affabile ha detto:

    Caspita questo post si fa sempre più appassionante…inizia a indagare i grandi temi della vita quale fiducia meritata /fiducia concessa/ fiducia da mantenere/ da riconquistare! Non vi nascondo che ora che me l’avete spiegato mi vergogno un po’ che non ne sapessi l’esistenza…

    Avrei un’altra domanda da fare a Dario…cosa è successo agli shoppers prima immessi poi stornati? La cassiera si è accorta che avevi i tuoi?

  57. dariol ha detto:

    Si’, se posso (ma qualche volta me ne dimentico) io vado a far la spesa con le borse di tela (piu’ ecologiche e piu’ economiche).

  58. anonimo ha detto:

    della serie..”siamo quel che mangiamo”…STè

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...