Brown & Mandelson

Nei giorni che sono stata a Londra nei giornali si parlava con enfasi della chiamata al governo  di  Peter Mandelson da parte di Gordon Brown.

Due figure degne del loro conterraneo Shakespeare.

Mandy e Gordie, così li chiama affettuosamente la stampa inglese, sono da sempre nemici all’interno del Labour, prima per l’opposizione da parte di "Mandy" a Blair, di cui "Gordie" era il delfino, poi per la lotta alla successione blairiana. Così quando Brown era divenuto capo del governo, Mandelson era stato "esiliato" a Bruxelles con un incarico in commissione UE.

La vicenda mi ha catturata per come ne parlavano i giornali, che descrivevano miserie e grandezze di entrambi.

Meschino e vendicativo Brown ma pragmatico nel riconoscere i suoi errori e richiamare l’ex nemico in un momento di crisi.

Una sorta di eminenza grigia, di "grande vecchio" dai tratti un po’ inquietanti Mandelson eppure pronto a rispondere al richiamo di Brown senza aspettare da lontano una probabile caduta di governo e tornare in patria quale unico salvatore del Labour….

Pensavo, sarebbe bello avere politici così in Italia. O semplicemente i giornalisti inglesi sanno far meglio il loro mestiere, facendo appassionare anche un’italiana in vacanza, neanche troppo ferrata in inglese, alle loro vicende politiche?

Questa voce è stata pubblicata in italia, mondo, viaggi. Contrassegna il permalink.

17 risposte a Brown & Mandelson

  1. missi ha detto:

    Direi un pò ed un pò… la politica Italiana conosce scontri inimmaginabili altrove, nel Regno Unito c’è, nonostante tutto, più rispetto tra e per gl’avversari ed un senso di Patria che noi abbiamo dimenticato. L’informazione gode di una professionalità e di un senso civico raramente riscontrabile nel resto d’Europa [nn godono però della “vivacità” tipica della stampa italiana e francese] e sono feroci nel giudicare il personaggio pubblico…in poche parole: una Carfagna nn sarebbe arrivata al giorno dopo 😉

    Serena notte 🙂

  2. affabile ha detto:

    Grazie Missi…in questi casi è bello sentirsi Europei….
    Guarda che i giornalisti inglesi erano tremendi verso quei due (per esempio riportavano una vecchia battuta di Brown “Peter mi ha chiesto un penny per chiamare un amico…gliene ho dati due e gli ho detto, chiamali tutti”)…ma come dici tu, in sostanza li rispettavano…

  3. Rosslare ha detto:

    Shakespeare direbbe:
    “Much ado for nothing…”

  4. mary17 ha detto:

    Loro nn hanno un premier come il nostro, padrone di quasi tutti i media, questo e’ il grande peccato originale, da cui ne scaturiscono tanti altri. In Inghilterra sarebbe stato “unfit”, qui e’ osannato dalle folle…

  5. qwe ha detto:

    è proprio un guaio che dovunque andiamo scopriamo quante meschinità dobbiamo sorbettarci quando restiamo…

  6. affabile ha detto:

    Avete tutti le stesse conclusione (a parte missi metà e metà) non sono loro a essere bravi (a me piaceva il senso dei personaggi scecspiriani) siamo noi o meglio chi ci governa, il che è lo stesso, che facciamo pena…

  7. keypaxx ha detto:

    Riconoscere i propri limiti ed errori è gesto che porta il politico ad un gradino più alto della media.
    Lieto fine settimana.
    Un sorriso.
    ^____^

  8. lucy1957 ha detto:

    Penso che dovremmo prendere esempio… ai nostri politici manca l’ umiltà!
    Un abbraccio a te a alle tue bimbe
    Lucia

  9. Cosimopiovasco ha detto:

    Quoto Ross… neppure a me quei due appaiono fulgidi esempi di statisti…
    Non sarà che al solito l’erba del vicino è sempre più verde?
    Certo la nostra classe politica odierna è quanto meno imbarazzante… ma che altroce stiano poi tanto meglio…
    Un bacione, tuo
    Cosimo

  10. Cosimopiovasco ha detto:

    P.S. “altroce” sta per “altrove”, ovviamente, mannaggia la fretta e sta ciofeca di splinder che non lascia correggere i commenti!… 🙂

  11. affabile ha detto:

    Sì Key sono d’accordo, grandissima dote l’umiltà.

    @Cosimo però forse mi sono spiegata male..il post non voleva dire i loro politici sono bravi e i nostri no (anche se in realtà io ritengo che ci vuol molto poco a essere più bravi dei nostri) solo volevo evidenziare quel che mi ha colpito cioè che indubbiamente i giornalisti inglesi sanno raccontare meglio. Proviamo a invertire la situazione: se una donna inglese con un conoscenza appena sufficiente dell’italiano sarebbe venuta in Italia un week end secondo te si sarebbe appassionata che so, al lodo Alfano?

    Sul fatto di cancellare i commenti nelle community di splinder se ne parla spesso…si ritiene che ciò che si fa in casa altrui spetta solo al padrone di casa cancellarlo, mentre lo stesso non può modificare alcunchè di ciò che è stato scritto da altri. E’ un’impostazione che tutto sommato mi trova d’accordo…anche se talora mi vergogno anche io quando scopro che ho scritto “un’altro”….

  12. kymma ha detto:

    Ciao come va? io sono rafreddatissima buona giornata by imma

  13. Cosimopiovasco ha detto:

    Beh, possiamo anche dire che ho capito male io ;-)…
    Su Splinder… è ovvio che non sia permesso, una volta inviato definitivamente un commento, non poter più intervenire, non è questo il punto… ma da che mondo è mondo (quasi) tutti i form di commento danno la possibilità di vedere un’anteprima di ciò che si è scritto e, se del caso, correggere… qui invece devi far tutto in quell’ingestibile francobollo, e senza uno straccio di editor, solo per inserire un corsivo ti tocca usare i tag HTML, e se sbagli una virgola vengono fuori delle tavanate galattiche…
    Baci, tuo
    Cosimo

  14. affabile ha detto:

    @Cosimo che Signore che sei….;) Riguardo l’editing hai ragione la piattaforma di splinder è poverella, posso solo limitarti a consigliarti se non lo hai già il correttore automatico di firefox utile non solo su splinder

  15. Cosimopiovasco ha detto:

    Sinceramente non ho molta simpatia per i correttori automatici, secondo me fanno più danno che utile, tanto che li ho disattivati in tutti i programmi che uso… e dubito fortemente che siano capaci di correggere la sintassi HTML (i miei maggiori problemi nei commenti di Splinder vengono da lì)…
    Un abbraccio, tuo
    Cosimo

  16. ondainlove ha detto:

    entrambe le ipotesi sono valide…

  17. affabile ha detto:

    @Cosimo sì certo sulla sintassi html poco possono i correttori perlomeno quelli che conosco io (chissà qualche mago informatico, poco frequenti in questo blog, magari ci illumina…) però quello di firefox, è discreto non è come quel gradasso di word…più che correttore è evidenziatore di errori te li mette in rosso poi fai te…

    Onda grazie visto che il tuo è commento “del settore”….

Rispondi a Cosimopiovasco Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...