Pompei di Robert Harris

In clima vacanziero, ecco una segnalazione di un bel libro sotto l’ombrellone!

Un amico giorni fa mi diceva che i gialli storici gli piacciono solo se attendibili. Ora io non ho le conoscenze storiografiche e vulcanologiche sufficienti per capire quanto sia preciso "Pompei" ma con certezza posso dire che mi è piaciuto, e molto. Sicuramente per un dato personale, la vicenda è ambientata in tutti luoghi della provincia di Napoli a me noti e cari (Miseno, Pompei, Ercolano, Stabia, Nola, Avellino. E ovviamente il Vesuvio) e mi è piaciuto immaginarli 2000 anni fa insieme alla fantasia dell’autore. Ma non solo questo, mi ha preso anche il racconto dell’eterna lotta tra l’uomo e la natura, destinata invariabilmente a concludersi con la sconfitta dell’uomo (per una volta posso dire senza rimorsi il finale…mi sembra piuttosto noto…).

L’ingegnere protagonista del racconto, Attilio, uomo semplice ma sicuro della sua professionalità, proprio per questo aperto al dubbio e all’inimmaginbile è un bel personaggio. Ce ne fossero di più come lui allora come ora…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in libri, napoli, sorrento. Contrassegna il permalink.

16 risposte a Pompei di Robert Harris

  1. harmel ha detto:

    L’uomo non vuole capirlo che la natura prima o poi si riprenderà tutto ciò che le è stato tolto !

  2. anonimo ha detto:

    ciao!!! Come stai?
    Non conosco quest’autore ma ti posso dire che esiste uno scrittore americano il quale ambienta i suoi gialli in realtà molto belli nell’antica Roma.
    L’investigatore è un senatore sono romanzi brevi e facilmente trasportabili ovunque…so di essere stata vaga in relazione al nome dell’autore ma ti suggerisco un titolo…mors tua.
    L’ho letto mi è piaciuto ora se siano attendibile non lo so ma di certo tiene compagnia e ti affascina.
    un bacio,
    Licicle

  3. missi ha detto:

    Buone vacanze e buona lettura Affabile 🙂

  4. piccerella ha detto:

    Pompei mi è cara e non solo a me ma tutta la famiglia.
    ovviamente e per fortuna i motivi sono diversi.
    hai fatto un’ottima scelta come sempre del resto.
    ne ho sentito parlare da qualcuno che legge molto come te.
    ottimo giudizio quindi!
    leggi solo libri e non ti dedichi come alcuni ai rebus e alla settimana enigmistica?
    io non riesco a poltrire al sole.
    mi sento inutile.

  5. tittidiruolo ha detto:

    ciao i gialli d’estate son sempre carini…

  6. affabile ha detto:

    @ Harmel (ma quanto mi piace il tuo nick)però l’idea che possiamo combattere (combattere, non violentarla) consola no?

    @grazie missi anche a te! Spero venirti a trovare presto, la connessione analogica mi blocca un po’…

    @piccirella…la madonna di Pompei vero? Quando ero giovane cristiana rivoluzionaria la pensavo come te a sentirla lontana poi con gli anni ho visto tracce del “mistero” anche lì…Enigmistica, sì qualche sudoku, però poi il tempo non è chje sia tanto è più il tempo che sto in qcqua a nuotare che sotto l’ombrellone

    @Titti lo ammetto…non solo d’estate…

    Per tutti…gradito autore dei libri segnalati da licicle….

  7. anonimo ha detto:

    Tutto cio’ che riguarda Pompei e’ ammantato di fascino e ancora nicchie di mistero…..buone vacanze!!!!!

  8. Rosslare ha detto:

    di ingegneri non capisco molto ma conosco quei luoghi e quei luoghi magici sono capaci di ispirare opere notevoli.
    se poi uno li conosce bene…

    poi mi dirai dove trovi il tempo per leggere tanto, io c’ho un libro per le mani da un mese e sono appena a metà.

  9. keypaxx ha detto:

    Leggere sotto l’ombrellone è un esercizio che aiuta al relax e sfrutta il clima vacanziero per una direzione costruttiva.
    Un sorriso.
    ^____^

  10. monicamarghetti ha detto:

    in questo ultimo periodo corro talmente tanto per risolvere i problemi….che leggo praticamente nulla:(

  11. Cosimopiovasco ha detto:

    Mai riuscito a leggere sotto l’ombrellone, mannaggia!…
    Un bacione, tuo
    Cosimo

  12. kymma ha detto:

    Buona giornata!!! Brinda con me perchè la scuola mi ha assunto!!!!Baci by imma

  13. missi ha detto:

    Dicevo…che “mitica” è troppo e “tanto quanto” è più bello 🙂

    Buon pomeriggio e buon mare 🙂

  14. monicamarghetti ha detto:

    buona serata Lidia cara:)

  15. affabile ha detto:

    @Cosimo e che fai di bello a mare se non riesci a leggere? Nuotate pedolò sonnellino?

    Brava Kymma!

    Monica vanno meglio le cose ora?

  16. Cosimopiovasco ha detto:

    Sarò banale, ma in certe cose sono tradizionalista… per dormire uso il letto, per leggere una comoda poltrona… e al mare ci vado per fare il bagno…
    Un abbraccio, tuo
    Cosimo

Rispondi a keypaxx Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...