Gli interrotti

Ho notato che qui mi vien voglia di parlare di un film o un libro solo quando questi mi è piaciuto…

Stasera invece faccio il contrario, parlo dei film in dvd iniziati negli ultimi sei mesi che a un certo punto ho detto ma chi me lo fa fare? E ho spento.

L’avventura di M.Antonioni. All’inizio mi piacevano le dinamiche dei ricconi sulla barca e  vedere le Eolie, che adoro (le Eolie, non i ricconi) e spero di tornarvi presto. Poi a un certo punto quei profondi dialoghi mi hanno annoiata

Blood diamonds parla dei traffici di diamanti in Sierra Leone e dello schiavismo dei minatori. Interessante ma troppo forte e violento per i miei occhi.

Le iene. Divertenti le battute soprattutto le prime ma meno numerose delle scene e dei dialoghi noiosi.

Sideways – in viaggio con Jack: mi sembrava simpaticissimo ma dopo 40 minuti e tre enoteche visitate in cui non si vedono altro che i protagonisti bere vino ha cominciato a sembrarmi un po’ ripetitivo…

E voi? ne avete di interrotti? Quali?

Se vi interessa continuo con i libri e le serie tv…

Questa voce è stata pubblicata in cinema. Contrassegna il permalink.

34 risposte a Gli interrotti

  1. Brigant ha detto:

    Nn dirlo a Roby, tre mestri sopra il cielo sono due volte che inizio dopo 10 minuto devo staccare … il telecomando si suicida tra le mie mani …
    Ciao :o)

  2. affabile ha detto:

    Brigant!!! Ce l’ho ce l’ho!!! Anche io dopo 10 minuti spento tre metri sopra il cielo…non l’avevo messo perchè ci ho provato un anno fa…sarà bellissimo Scamarcio ma non meritava quel film così penoso (forse tra i peggiori della mia vita…). Molto meglio in mio fratello è figlio unico quello l’ho visto è carino… che dici…magari Roby da queste parti non ci viene…(ma non avevate già litigato???mi sono persa qualche clamorosa riconciliazione??)

  3. Brigant ha detto:

    E’ un tira e molla continuo …
    Alla fine nn cederà :o)
    Ciao :o)

  4. carlac ha detto:

    ” La fata morgana ” o ” L’urlo di pietra ” il regista era da Fazio 2 settimane fa, guardandoli speravo che il videoregistratore si spegnesse da solo. Salutissimi Carla

  5. ladolcetempesta ha detto:

    film lasciati a meta?
    il codice da vinci cosi come il libro l’ultima cosa che ho visto con piacere e fino alla fine e quello del fratello di fiorello quello del medico e mi e’ piicuto anche l’altro che ho visto solo un pezzo causa turni scemi quello dove impersonava salvo d’acquisto poi confesso che lascio ( praticamente mi addormento per disperazione:-)dopo le prime battute di ballaro’ e compani
    ps
    non so se si e ‘ capito della televisione non sono mai stata una patita forse con rare eccezioni :-))
    dolcegiorno

  6. Rosslare ha detto:

    io ho interrotto “Il maestro e Margherita ” che dopo un inizio originale e in alcuni punti divertentissimo iniziò a diventare pesantuccio…

    Ho interrotto (e ripreso) almeno dieci volte “Cento anni di solitudine” perchè ad un certo punto vedevo che nessuno moriva, nascevano sempre eredi e si chiamavano tutti allo stesso modo. Tutti i Buendìa con lostesso nome! Non ci capivo più una mazza (anche perchè io leggo a rate e non tutto d’un fiato). Però questo l’ho finito e quando l’ho finito ero davvero… sfinito.
    A scuola quasi tutti i libri li interrompevo ma questa è tutt’un’altra storia.
    Non so se c’entra ma posso dire che nella mia vita ho interrotto solo una volta una pizza, la lasciai a metà perchè era orribile eppure era una delle migliori pizzerie di Napoli e quindi del mondo. “Di Matteo” di fronte la stupenda chiesa di San Lorenzo. Via Tribunali per chi non sapesse…
    quella dove Clinton si fermè a mangiarne una. Io però ci andavo da molto prima di lui, sia chiaro.

  7. affabile ha detto:

    Quello di Carla non lo conosco…

    Il codice da Vinci ce l’ho! Anche quello iniziato e non finito, circa un anno fa..invece il libro l’ho letto tutto, avrà i suoi limiti ma l’ho trovato avvincente (forse perchè lo lessi durante un’influenza?).
    Beppe Fiorello: sì Salvo D’Acquisto un po’ pesante, vidi mezza puntata e rinunciai Moscati invece volevo vederlo ma avevo da fare…

  8. affabile ha detto:

    @rosslare quindi i film non li interrompi mai?
    Il maestro e margherita mi è piaciuto proprio tantissimo.
    100 anni anche pure se penso troppo osannato.
    Lo sai che da Di Matteo non sono mai riuscita ad andare per troppa folla? Invece ai Tribunali vado spesso da quella del presidente (dell’ex pizzaiolo di De Matteo che servì la pizza a Clinton) e più di rado da Sorbillo.

  9. Rosslare ha detto:

    film interrotti?
    no, al cinema no, non credo. anzi ne sono sicuro. a teatro m’è successo solo una volta, qualche anno fa all’Augusteo, c’era Giacomo Rizzo con “miseria e nobiltà”
    alla fine del primo atto ce ne andammo. Fummo fra gli ultimi a farlo. Quasi tuti sparirono dopo poco perchè la commedia era inguardabile (forse perchè ci aspettavamo un Totò e non un semplice Giacomo Rizzo).

    Un’altra volta al Politeama, c’erano johnny Dorelli e Paolo Villaggio con “il vizietto”. Una noia mortale, non uscimmo prima solo perchè fuori diluviava ma quando finì la commedia ci trovammo in mezzo a un teatro pieno di dormienti.

    Non ci crederai ma molti libri li compro e non inizio mai a leggerli, li metto lì in attesa del tempo per farlo che puntualmente non arriva mai. Quella che arriva puntuale invece è la polvere che si deposita.
    per esempio avrò centinaia di libri di cucina che a voler preparare tre ricette al giorno occorrerebero tre vite consecutive da golosi per provarle tutte.
    però mi piace assai collezionarli.

  10. Rosslare ha detto:

    a proposito…dimenticavo…
    bada che la pizzeria Di Matteo si è scissa, i proprietari (che fra l’altro sono miei amici da lungo tempo) si sono separati. Uno (quello dove mangiò Clinton) è rimasto dov’era mentre l’altro si è spostato cento metri più avanti e si chiama “la pizzeria del Presidente”.
    io ci vado dai tempi dell’università, quando c’erano solo studenti e qualche operaio del quartiere. Ricordo ancora che di sera per aiutare gli studenti preparavano un piatto unico con affettati, formaggio e olive a prezzo stracciato.
    ci ho portato tanta ma tanta di quella gente che dovrebbero farmi socio onorario.

  11. Rosslare ha detto:

    s’è perso un commento…

  12. Rosslare ha detto:

    no, no. era accodato

  13. affabile ha detto:

    Sì sì lo sapevo il fatto Di Matteo/presidente.
    Il fatto dei libri lo capisco perfettamente io ho un reparto della libreria che si chiama “le buone intenzioni” beh..è arrivato già a due scomparti e mezzo…il libro di cui parlavo qui un 10 giorni fa, l’isola di Arturo è rimasto lì un tre anni.

  14. supernovae ha detto:

    A dire il vero non guardo la tv, tranne quando si preannuncia qualche film davvero interessante, per cui non ho interrotto proprio nulla, mi basta guardare gli spot..
    Anzi……. mi correggo, quel programma di Teo Mammuccari mi pare si chiamasse Distraction.
    Vidi i primi due minuti della prima puntata… “mi misi a piangere” e decisi che era meglio il mio cuscino.

    Un abbraccio ^^

  15. Rosslare ha detto:

    supernovae, per la verità viene da piangere ogni volta che accendiamo la TV e cambiamo programma. Anche io ormai guardo solo qualche bel film e lo sport. Sport senza spot però.
    Mi stanno venendo i brividi a pensare che se cadrà il governo dovremo sorbirci quella gentaglia per mesi e mesi in tutte le salse a fare propaganda…

  16. affabile ha detto:

    @supernovae anzitutto benritrovata..ma io parlavo di dvd fittati, noleggiati o chiesti in prestito…qundi scelti da me, evidentemente male…

    @rosslare se può consolarti…cada o non cada il governo l’autoreferenzialità in tv ci sarà lo stesso…l’altro giorno non ho ascoltato che Romano Prodi aveva mandato un telgramma di condoglianze a Bobo Craxi per l’anniversario del suo papà? E a noi che ce ne…..?

  17. supernovae ha detto:

    Lidia.. non è da molto che non “vediamo” .. veramente nel post dei tramonti c’ero..
    Ho parlato della tv perchè non guardo dvd (a parte i cartoons di mia figlia che conosco a memoria).
    Diciamo che più del “piccolo schermo” mi prende il cinema.
    Li non mi è mai accaduto di alzarmi a metà film e andarmene.
    La verità è che forse quando scelgo lo faccio solo quando mi entusiasmano i trailers o le recensioni. Ultimamente poi ho ritrovato il gusto di andare al cinema; mi piace tantissimo.

    Rosslare credo il governo centri poco.. la tv viene fatta per chi la guarda e quando penso che l’immondizia che ci propinano la “chiede” la maggior parte degli spettatori… mi ci vuole una vasca da bagno per contenere le mie lacrime.. motivo per cui preferisco il cinema.
    A casa poi ci sono tante belle cose da fare.. come per esempio i compiti con mia figlia ^^ siamo arrivate alla civiltà Egizia.. sapessi quant’è bella, mi fa impazzire!!!!!! ^^

  18. Rosslare ha detto:

    supernovae, d’accordissimo con te ma io mi riferivo all’inondazione mediatica che ci aspetterà fra poco perchè inizieranno le manovre per le campagne elettorali e la TV ne sarà inondata. Io sto già correndo ai rimedi. Eliminerò la sintonia dei programmi dei pennivendoli.

    affabile, è vero, in realtà io credo che il 99 % delle notizie che ci propinano in TV non ci interessino.
    parlo di come loro le danno, ce le propinano.

    quell’ 1 % riguarda le previsioni del tempo.

  19. tittidiruolo ha detto:

    purtroppo io non interrompo…mi addormento prima. così è.

  20. affabile ha detto:

    @supernovae hai ragione nel post delle albe c’eri, lì feci un saluto collettivo…Comunque io credo che rosslare si riferisse non alla tv in toto ma ai telegiornali, li si accende per informarsi un po’ sul mondo e vedi 20 minuti di diatribe sulla legge elettorali o sull’Udeur, pare il più importante partito della storia dell’umanità…

    @titti a me addormentarmi capita con i programmi degli Angela, o di M.Tozzi, belli , bellissimi, interessantissimi…massimo 10 minuti e mi addormento…

  21. ladolcetempesta ha detto:

    ho interrotto ma non so esattamente perche
    il resto di niente
    che mi fu consigliato da un’amico in un momento particolare
    ( poi non l’ho piu’ ripreso
    perche prestato)

    e stamattina invece mi e’ venuto in mente che film mi ricordava il titolo del tuo post
    un film bello
    ragazze interrotte

    e approfitto della rima
    per lasciarti la dolcenotte:-P

  22. affabile ha detto:

    Sarà una dolcenotte sicuramente visto che l’ultima cosa che faccio stasera al pc è leggere i tuoi saluti…:-)
    IL resto di niente è un libro bellissimo! Quanto mi ha fatto riflettere! Come si può essere intelligenti come Eleonora e rovinarsi la vita…(o meglio, è la vita che rovina te, talora…anche se tu non vuoi)
    Ragazze interrotte lo volevo vedere eppure non so..qualcosa mi frenava…stasera lo capisco…era il titolo!!! Notte, cara!

  23. Rosslare ha detto:

    dite un po’ ma il fatto di postare a notte inoltrata deriva dall’ opzione bioraria per la luce fatta con l’ENEL?
    beate voi…;)

  24. affabile ha detto:

    @rosslare buongiorno!!! Interessante la tua concezione della notte inoltrata alle 23,45….

  25. giarre ha detto:

    film mai interrotti
    libri di solito e’perche e’un periodo che non leggo li compro e non li comincio
    ma difficilmente interrompo
    la differenza e’che ci metto un po di piu a leggerli
    il Maestro e margherita e’ uno dei primi libri di cui mi ricordo avro avuo 13 anni insieme a il deserto dei tartari
    Il codice da vinci sia libro che film li ho visti e letti ridendo un po
    tre metri sopra il cielo e cosi stupido che si legge in mezz ora
    ma non lo ho visto un sapevo nemmeno che avevano fatto un film..

  26. affabile ha detto:

    @Giarre però che attenzione a leggere tutti i commenti, grazie davvero!3msc l’ho letto nel peggiore momento della mia vita pure mi è stato utile…
    Il resto di niente non lo nomini mi sa che non lo conosci (è noto soprattutto a Napoli) credo ti piacerebbe. L’ho regalato a Letizia ma credo neanche lei abbia avuto il tempo/voglia di leggerlo…

  27. Rosslare ha detto:

    @affabile
    grazie signora, anche se noto che le concezioni che abbiamo della faccenda sono diametralmente opposte 😉

    il “deserto dei tartari” è uno dei più bei romanzi che abbia letto.

    di Bulgakov è vero che non ho terminato “Il maestro e Margherita” ma ho letto”Cuore di cane” che è assolutamente imperdibile.

    di Kafka invece ho letto la metamorfosi ma ho dovuto lottare con me stesso per arrivare alla fine.

  28. affabile ha detto:

    io il deserto dei tartari non l’ho voluto finire…il mondo è bello perchè è vario…

    Naso di cane…carino..è anche tascabile no? Io lo lessi in quell’edizioncina che ricorderai della Newton Compton, 100 pagine, 1000 lire…ti immagini oggi libri a 50 centesimi?

    Kafka: lette sia metamorfosi che il processo (credo nelle stesse edizioni di cui sopra). Belli. Forse pure altri ma non li ricordo.

  29. Rosslare ha detto:

    cuore o naso di cane? mi viene il dubbio…
    il deserto dei tartari in effetti è bello proprio per questo, perchè non ha una vera e propria fine.

    i libri a 50 centesimi non sarebbero uno scandalo, lo scandalo è pagare 7 grammi di caffè (tanti ce ne vogliono per un espresso) e un po’ di zucchero circa 1.600 lire.
    non occorre un matematico per vedere che così il caffè viene a costare circa 228.000 lire ( o se preferite circa 118 euro) al kilo.

  30. affabile ha detto:

    Discorso complicato…vedi io ho parecchi amici piccoli imprenditori…e so che i costi di gestioni sono davvero enormi..il personale, gli accerrtamenti di qualità, le norme sanitarie, le consulenze, le tasse sulle tasse sulle tasse…Ovviamente non ti parlo di quei grandi bar dove servono 30 caffè al minuto (una volta il proprietario di uno di quelli, paziente di mio marito, gli confessò che aprendo alle 6,00 alle 8,30 aveva già ammortizzato i costi) ma del piccolo baretto di semiperiferia che avrà una 50na di clienti al giorno…
    Io il caffè al bar me lo prendo…in quegli 80 centesimi non c’è solo il gusto del caffè…il piacere di fare una passeggiata, di salutare il barista, di sentire un odore…ieri avevo un appuntamento importante e l’ho preso in un caffè con i tavolini…a proposito…si è fatta ora..vado a prenderlo…

  31. Rosslare ha detto:

    ma io parlavo di prezzo non di piacere di prendere il caffè. personalmente credo che il piacere, qualsiasi tipo, non abbia prezzo. ciò detto è risaputo che i bar vivono speculando sul caffè. Mi pare di non aver mai visto, infatti, un bar fallire. salvo qualche grande bar ma per motivi diversi dal prezzo del caffè.
    in proporzione un bicchierino di whisky dovrebbe costare 12 euro. Non lo mettono a quel prezzo semplicemente perchè non c’è richiesta. Lo stesso discorso vale per le pizze. Da acqua e farina con un po’ d’olio e pomodoro fanno uscire l’oro.
    Ciò non vuol dire che io non mangi pizza o non beva caffè.
    Volevo solo dire che c’è gente che fa soldi a palate senza fatica.
    il baretto che fa 50 caffè in proprozione non ha le spese di quello che ne fa 2.000 e quindi, sempre in proprozione, guadagna un sacco pure lui.

  32. cettyna ha detto:

    Ormai in tv non guardo quasi più niente…Baci

  33. giarre ha detto:

    “Uuuuhhh! Guardatemi sto morendo. La bufera mi ulula il de profundis nel portone e io ululo con lei. E’ fatta, sono fregato.”
    incipit di cuore di cane
    visto e letto
    il film nella versione di alttuada con cochi ponzoni
    film del 1976
    mi pare ieri (o mamma mia)

  34. monicamarghetti ha detto:

    sai Lidia è una vita che non vado ne al cinema ed è un secolo che non guardo la televisione però mi interessa davvero se tu continuassi il filo sarei felice!
    un abbraccione
    monica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...