Una bocca di rosa napoletana

A spasso per i blog, ho trovato qualcuno che ha voluto onorare l’anniversario della morte di De Andrè.

Per ricordarlo anche io metto questa versione di Bocca di Rosa cantata in napoletano da Peppe Barra, artista di cui parlai anche qui qualche settimana fa, pare che sia stato lo stesso De André a chiedergliela.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in feste e ricorrenze, italia, musica, napoli, sorrisi, spettacoli. Contrassegna il permalink.

15 risposte a Una bocca di rosa napoletana

  1. SitaRam ha detto:

    In riferimento al mio post (grazie del passaggio)… se coloreresti tutto a pieno, direi proprio che la tua vita è perfetta così com’è! ;D

    Complimenti!

    Namastè!
    SitaRam

  2. giarre ha detto:

    ciuao lidia…
    infatti il commentio era sul blog ”ospite”…
    ora ho messo la lettera

  3. mn70 ha detto:

    bocca di rosa è una delle canzoni preferite della mia bimba di un anno. cominciamo bene!!!!

  4. monicamarghetti ha detto:

    una canzone/poesia meravigliosa!!
    questo tuo post è molto bello!
    buona domenica Lidia
    un bacio
    monì

  5. gotyn91 ha detto:

    Grazie per il commento! So che è giusto donare sangue, ma io sono anemica e comunque non potrei donare. Per il concerto ti saprò dire appena incominceremo con le prove, cioè seconda metà di marzo (prima o gli esami di pianoforte). Comunque il duo di violoncello pianoforte sono fantastici, di solito, ma anche con il violino non sono male!! Baci baci

  6. ladolcetempesta ha detto:

    due modi differenti di cantarla
    ma sempre mitica bocca di rosa
    buona serata affabilosa

  7. ondainlove ha detto:

    ho amato tanto bocca di rosa.
    e oggi ho scoperto che l’amo ancora.
    grazie!

  8. tittidiruolo ha detto:

    bocca di rosa faceva l’amore sopra ogni cosa…già

  9. giarre ha detto:

    bocca di rosa…
    che immagine fantastica
    sensuale e pura allo stesso tempo

  10. GuidoR ha detto:

    Grazie per la segnalazione, trovo anch’io scandaloso che nessuno ne parli, vedremo in occasione del decennale, l’anno prossimo.
    Grazie ancora,
    Guido

  11. affabile ha detto:

    Per chi è interessato al tema dell’amore puro e sensuale allo stesso tempo consiglio caldamente dui leggere “La sirena” contenuta nei racconti di Tomasi di Lampedusa. Circa 40 paginette tra quelle che più mi hanno coinvolte negli ultimi anni, grazie a qualcuno che melo consigliò in queste pagine

  12. affabile ha detto:

    @Guido…vabbè scandaloso…ora non esageriamo…solo dicevo che tra ricordare Craxi o De André io non avrei dubbi…

  13. ladolcetempesta ha detto:

    oddio nel mio lavoro passare inosservata e’ un po’ impossibbile io intendevo se ad’accorgersi fossero le colleghe i clienti affezionati non ho dubbi se ne accorgeranno :-p

  14. carlac ha detto:

    Nemmeno io ho dubbi, meglio ricordare De Andrè e le sue bellissime canzoni. Salutissimi Carla

  15. monicamarghetti ha detto:

    buon inizio settimana Lidia:)
    un abbraccio
    monica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...