Sapienza

Ero indecisa se aprire questo post, l’ultima cosa che ho voglia di fare è la cattolica vittimista.

Già sono depressa per la questione dei rifiuti, ci mancava anche la vicenda della Sapienza.

Dissentire è una cosa, impedire di parlare ne è un’altra.

Cos’è la laicità se non è accompagnata dalla tolleranza? Non diventa forse un altro confessionalismo, forse ancora peggiore di quelli tradizionali?

E cosa insegneranno ai loro studenti i 67 e più docenti che hanno chiesto e ottenuto che il Papa non parlasse? Che è bene non ascoltare chi la pensa in maniera diversa da te?

Questa voce è stata pubblicata in italia. Contrassegna il permalink.

40 risposte a Sapienza

  1. Brigant ha detto:

    Pensare che l’uni La Sapienza è nata come istiutzione cattolica se nn errò.
    Cmq, ritengo che ci siano questioni + importanti a cui dare la precedenza in Italia.
    Ciao :o)

  2. tittidiruolo ha detto:

    sono convinta che le notizie che ci passano i media sono gonfiate e di propaganda…come per i rifiuti e Pianura…per fare notizia, scoop, fanno terrorismo.E’ troppo chiaro ed evidente che non puoò essere solo per i motivi che adducono, c’è sotto qualche messaggio che possono comprendere solo fra loro. qualche ripicchina o ripicca…Sento odor di bruciato..Ti dice nulla la volontà di revisione della 194…o altre posizioni troppo ingerenti della chiesa nei confronti dello stato….La Messa celebrata dal Papa con le spalle ai fedeli…mmmh SONO certa che i veri motivi sono altri .Questa è una scusa bella e buona.

  3. cettyna ha detto:

    Si Lidia, hai ragione, è una vergogna. Io noto che verso Benedetto XVI c’è molta ostilità, non ha di certo il carisma di Giovanni Paolo II ma è comunque un papa degno di tutto rispetto.

  4. dariol ha detto:

    Ma che vergona e vergogna !
    Vogliamo mica scherzare vero ?
    I veri problemi di cui vergognarsi sono altri.
    E poi che significa la frase “ma è comunque un papa degno di tutto rispetto” ?
    Io rispetto le persone in quanto persone. Punto.

    Comincio ad essere pessimista come Titti e pensare che tutto sto can-can mediatico serve a distrarci da qualcosa.
    In ogni caso come la penso io l’ho gia’ scritto in questo commento.

  5. affabile ha detto:

    Posso anche essere d’accordo che la questione del papa non è certo la più fondamentale dell’Universo (infatti in apertura scrivo proprio questo che ero indecisa se parlarne…se avessi visto prima il tg1 pieno di indignazione di destra e sinistra sicuramente avrei evitato). Continuo a pensare che non sia bello impedira a qualcuno di parlare che sia il papa o Luciano Lama.

    Purtroppo con molto dolore e avvilimento devo dirvi che la questione dei rifiuti invece NON è gonfiata. Tutto quello che vedete è vero…magari non vedete le scene di vita quotidiana, la mamma che porta il passeggino del suo bambino tra i rifiuti, io che non uso più il marciapiede ma cammino tra le auto perchè il solito marciapiede è invaso dai rifiuti ecc ecc…
    E poi ieri devo leggere che Napolitano, mio concittadino, amico intimo del mio vicino di casa buonanima, dice che la UE vi da troppa importanza? Mentre io pensavo “E meno male che la UE non ci lascia soli”!

    @Titti io credo che con molta serenità sulla 194 si potrebbe discutere…magari nell’accorciare i tempi della decisione…Hai amiche che hanno abortito? Io sì….

  6. supernovae ha detto:

    A prescindere che sia il Papa, penso che non ascoltare e rifurgiarsi nella possibilità di poter decidere di non farlo, sia un atteggiamento di chiusura mentale.
    Non capisco di cosa abbiano avuto paura le magnificenze che si sono oposte alla visita del Papa presso La Sapienza.
    Se poi entriamo nello specifico, credo che sia proprio un’azione contro il Papa dai perchè apparentemente sconosciuti (a me).

    Un abbraccio a te cara ^^

    P.S. il mio post è riferito anche a quelli che si spacciano Autorità della tua bellissima città e l’anno ridotta ad una discarica a cielo aperto…

  7. Rosslare ha detto:

    scusate tanto, ma che kaiser c’azzecca il papa nell’università? forse a qualcuno sfugge che la facoltà di fisica ha ricordato al papa ex SS (non dimentichiamolo mai) che Galileo dovette abiurare per non essere arso vivo e il papolacco suo collega predecessore soltanto nel 1994 (leggasi millenovecentonovantaquattro) ha finalmente affermato che Galileo (bontà sua) aveva ragione.
    Vi siete chiesti perchè mai nessuno va a rompere le uova nel paniere al Vaticano? lo stato (la chiesa cattolica è l’unica confessione che ha uno stato! grazie al fascista Mussolini) più chiuso e retrogrado del pianeta.
    W Voltaire!!!

  8. dariol ha detto:

    Infatti c’e’ una contro-proposta e’ di avere un discorso di uno scienziato ateo, magari medico e abortista (a scelta) alla prima riunione di Cardinali !

  9. Rosslare ha detto:

    oppure di un Imam…
    io non capisco come si possa considerare una “Santità” un essere umano come me e gli altri solo perchè altri uomini come me e gli altri lo hanno deciso.
    Santità??? ma de che????

    sulla 194 vorrei dire che personalmente io sono contrario all’aborto ma non mi sognerei mai e poi mai di impedire a qualcuno di abortire tant’è vero che al referendum votai a favore.
    Non esiste la parola abortista, esistono medici che rispettano la legge e la volontà altrui di interrompere la gravidanza. Mi rendo conto che molti degli obiettori di coscienza si sono visti togleire una grossa polpetta dal piatto, quella degli aborti clandestini.
    Dobbiamo convincerci tutti che deve esistere uno stato che consente ciò che è lecito e non che proibisca ciò che un essere umano desidera fare.

    Ho letto fra gli altri il commento del cattolico Casini, uno che si è sposato due volte e che ha figli con due donne diverse…

    Ricordiamoci che i colleghi del papa crucco quando bruciarono vivo Giordano Bruno che chiedeva “Noi vogliamo una Chiesa che spieghi e divulghi non una Chiesa che si trincera e si nasconde dietro dogmi e misteri”
    cos’altro dire? che il papolacco ha fatto santo il suo collega Pio IX ? uno che tagliava la testa ai ladri?
    o che il papolacco si rifiutò di accogliere le madri dei desaparecidos argentini rifiutandosi persino di leggere una loro dichiarazione?

  10. affabile ha detto:

    E io che pensavo di fare un post banale e ripetitivo…vedo che invece la questione solleva molti nervi scoperti.
    Mi piacerebbe parlarne pacatamente, magari davanti a una cioccolata calda senza panna, adatta a questa umida giornata, sia con Dariol che con Rosslare ma non si può nel tempo tra una pratica e l’altra…
    Solo un paio di note…

    E perchè no il confronto con un medico ateo? Io come credente non mi sottraggo al confronto con nessuno (anche se ammetto di non poter dire lo stesso del collegio cardinalizio). Il papa è stato invitato non si era autoinvitato lui…forse magari con un po’ di superficialità e scarsa collegialità del rettore che doveva percepire prima il clima al riguardo…

    Il papa non è stato SS ma solo arruolato a forza nella gioventù hitleriana a 15 anni, come tutti i 15enni della sua generazione. Mia mamma è stata la donna più antifascista che abbia mai conosciuto (vi dico solo che 5 giorni prima di morire, piena di metastasi, rimpiangeva di non poter andare a votare i suoi amati DS alle elezioni comunali, suo marito ha fatto le 4 giornate di Napoli e ha militato 35 anni nel sindacato…) eppure a 18 fu costretta, per fare l’esame magistrale a fare il giuramento fascista…

    Io credo che lo stato laico debba regolamentare il diritto all’aborto. Solo credo che alcune parti della 194 le si potrebbero ridiscutere (parlo con cognizione di causa..sia per le esperienze di chi ha abortito sia perchè una persona a me molto cara è assistente sociale in un consultorio).

    @Dariol Vauro è molto carino, come al solito.

  11. Rosslare ha detto:

    giusto per concludere l’intervento:

    “Ama il prossimo tuo come te stesso”

    oppure

    infatti…

    http://notizie.alice.it/esteri/gesuiti_violenze_eschimesi.html?pmk=nothpboxdx

  12. Rosslare ha detto:

    affabile,
    io sono pacato malgrado il tono delle parole, sono pacato proprio perchè sono rassegnato al potere del clero in Italia e una delle poche cose che riconosco ai Piemontesi fu quello di togliere le ricchezze e le terre allo Stato Pontificio.
    sono rassegnato perchè:
    Cristo disse “date a Cesare quel che è di Cesare” io pago l’ICI e il clero no (garzie anche al clericali del centrodestra)

    “Lasciate che i fanciulli vengano a me” e il clero è pienissimo oltre ogni ragionevole dubbio di preti (e monache) pedofili

    “Sesto non fornicare” elamadonna se i preti(e le suore) non fornicano…

    “5 non ammazzare” e i roghi? e le condanne a morte nel papato’ e le Crociate? e tutte le guerre approvate e benedette dai papi?

    “dar da mangiare agli affamati” seee…qualcuno dice che lo fa la Caritas, certo, ma con i doni dei cittadini e parrocchiani

    “ama il prossimo tuo come te stesso” provate a bussare alla porta di uno degli innumerevoli istituti cattolici “pregandoli” di accogliere vostro figlio che voi non potete mantenere agli studi e vedrete la risposta.

    “castità” papa Alessandro Borgia era pieno di figli

    per finire con le continue assurde perniciose ingerenze nella vita di tutti i giorni e nelle faccende dello stato italiano, uno stato che, nessuno o quasi lo sa, nella sua Costituzione non pronuncia mai la parola “dio”

    ma io non me la prendo coi pretonzoli, in fondo loro fanno il loro mestiere me la prendo con i fottuti politici che consentono quest’andazzo in cambio di voti. Questa è la cosa più vergognosa!
    ma il discorso ci porterebbe troppo lontano. mi farebbe piacere solo che tutti ragionassero con la propria testa documentandosi, ripeto: documentandosi e aprendo gli occhi.

  13. affabile ha detto:

    Invece la “pacatezza” secondo me è requisito indispensabile per discutere, sempre. Intendo ascoltare le ragioni dell’altro. Con la lbertà di continuare dopo a pensarla diversamente. Altrimenti, dal mio punto di vista, si perde solo tempo.

    Allora in generale io credo se si mettesse su un piatto il bene che fanno i credenti con il male che fanno alcuni cosidetto esponente ecclesiastico (non riesco a chiamre credente un pedofilo) peserebbe molto più il primo piatto. La chiesa è fatta di uomini e tra loro ci sono peccatori non sarò io a negralo. Nella pedofilia l’errore che ha fatto la Chiesa è stato provare ad occultare il tutto. Non è sempre stato così. Prova a leggere la prima lettera ai Corinti. Paolo non ha remore a parlare (di una lettera che sapeva sarebbe state letta da tutti i Crsitiani allora sparsi nel mondo) di incesto e auspica che il colpevole se non vorrà correggersi sia cacciato via.

    Non parlo dei roghi e dei figli di Papa Alessandro cose avventue ormai molti secoli fa e per cui la Chiesa, lentamente e faticosamente lo ammetto, sta chiedendo perdono.

    Mi focalizzo invece su quanto dici a proposito della carità.

    Se hai letto il mio commento di Natale io ho passato la Vigilia di Natale a preparare una parte del pranzo per dei poveri (7 chili di contorni, fatti con i migliori ingredienti perchè se io cucino per qualcuno soprattutto se povero gli do il meglio) in un ospizio comunale. Tutto completamente a mie spese, compresi i contentori per trasportarli.

    Da quando avevo 14 anni ho un impegno verso persone povere. A 14 anni mentre il massimo che facevano i miei coetanei era passeggiare per Via Scarlatti io andavo alle baracche del rione Siberia che forse ricordi, fu abbattuto negli anni 80 per far spazio al centro Direzionale. Uccisero un bambino in un conflitto a fuoco tra polizia e spacciatori di 10 anni che era tra quelli che seguivo, tre mesi dopo che iniziavo ad andarci.

    Tutto questo che ho fatto per anni e continuo a fare sempre completamente a mie spese, anche con gli impegni della mia vita adulta che tu sai non è sempre semplice.

    E tutto questo l’ho imparato nella chiesa perchè lo dice Gesù e sull’esempio di persone ben più generose di me.

  14. Rosslare ha detto:

    e tu credi che io, essendo ateo convinto, non abbia mai fatto del bene? pensi che me lo debba dire qualcuno che bisogna fare del bene, non ammazzare, non rubare e così via? vuoi dire allora che i non cristiani vale a dire i musulmani, i buddisti, ebrei, atei,panteisti, agnostici eccetera siano tutti delinquenti?
    Vedo che la discussione non può proseguire qui perchè qui ci si spiega male.
    Mi pare di non aver mai detto che voi “cristiani” non fate della carità ma ho detto l’esatto contrario e ti prego di controllare il mio post precedente e cioè che le varie associazioni tipo la Caritas, fanno del bene avvalendosi dei contributi dei parrocchiani, degli altri cittadini.
    Io potrei citarti decine e decine di episodi che spiegano quanto la Chiesa sia falsa e bugiarda. Io sono abituato a domostrare concretamente ciò che dico. Quando parlo di Chiesa parlo degli uomini ( i preti ) che la compongono, non mi sognerei mai di dire una parola contro la religione ma parlo di qualsiasi religione.
    per me un uomo in carne ed ossa che altri uomini in carne ed ossa hanno eletto a “Santità” (???) resta un uomo come me e come te. L’unica differenza è che lui va in giro in costume.
    Credo che io e te non potremmo mai incontrarci perchè fra pittura,fotogrtasfia, religione,cucina eccetera eccetera… non la finiremmo mai di discutere, invecchieremmo assieme :))))

    L. non confondere la religione con i religiosi.
    i religiosi non sono altro che persone che fanno un lavoro come un altro. Fatte le dovute eccezioni. Chiudo dicendo che nessuno dovrebbe mai fare pubblicità alla sua bontà e generosità o,peggio, alla sua opera di volontariato.
    però faccio un’eccezione dato che hai tirato tu in ballo la questione. Il sottoscritto, qualche anno fa, assieme ad altri amici, tutti atei, ha noleggiato un autocarro con relativo autista, lo ha riempito di viveri,giocattoli,indumenti eccetera Uno di noi lo ha accompagnato a Bari, lo ha imbarcato per Durazzo e ha distribuito personalmente i beni ai poveri albanesi.
    Sai perchè è stato fatto così?
    per evitare che i nostri “doni” facessero la fine di quelli trovati nella discarica di Giugliano, tutti regolarmente riposti in sacchetti con il marchio “caritas”.
    Ovviamente tutto ciò che non era usabile e utilizzabile da un benestante “cristiano”
    Ci fu un servizio al tg3 se non vuoi credermi.

    “Vogliamo una chiesa che spieghi e divulghi e non una chiesa che si celi dietro a dogmi e misteri”

    Giordano Bruno
    FRATE DOMENICANO
    arso vivo.per eresia.
    appunto.

  15. tittidiruolo ha detto:

    non facciamo un problema personale, perchè non lo è.
    Il rettore ha invitato il papa senza consultare le basi, male. I profe che hanno votato contro sono solo(!) 67. Il papa poteva andare. Il papa è un Capo di Stato, è Papa solo quando esercita il suo particolare magistero come Chiesa (infallibile etc, ad uso e consumo dei credenti, per il resto è un uomo fallibile come un altro Napolitano ad esempio)NON dimentichiamolo, sono UOMINI come noi fuori dall’altare. che dire dei PROBLEMI veri dell’università Italiana, programmi , precariato…quando mai i media gli hanno dedicato cotanto spazio?? ORA mi INCAVOLO; quindi mi cheto.

  16. giarre ha detto:

    ora la colpa e’ dei professori…
    a volte mi viene voglia dire
    ma andate tutti in vaticano e portateci anche i rifiuti …che loro sanno come guadagnarci di sicuro…
    … a me un papa che si mette l ermellino un mi piace.
    punto. ha voglia di fare l ecologista
    per quanti riguarda la 194.. o un si era fatto un referendum a CUI IO HO VOTATO!
    … del resto si era fatto su tante cose..

  17. affabile ha detto:

    @Giarre correggimi se sbaglio ma tutto sto casino è iniziato dalla lettera dei 67 professori. Se no il papa veniva faceva il suo discorso e arrivederci.

    Quanto ai rifiuti…sono così arrabbiata e disperata che anche la tua idea potrei prenderla in considerazione…ma forse se i miei concittadini iniziassero a fare sta benedetta differenziata già sarebbe un passo avanti. E poi già ho detto come la penso. I rifiuti vanno smaltiti in loco.

    Io invece pur avendo quasi 40 anni (ammetterai non son pochini) al referendum non ho votato perchè credo avessi intorno agli 11 anni.
    Una verifica a distanza di 30 anni, se la chiede una parte consistente della popolazione, no?

  18. Rosslare ha detto:

    siamo alle solite…
    si confonde religione con religiosi.
    Sarà pur vero quanto tu,tittidiruolo, affermi sul fatto che sono uomini come gli altri ma io,un uomo come altri, non mi avvalgo della mia posizione per lucrarci, non mi affaccio a nessun balcone la domenica a mezzogiorno a dire ciò che si deve e non deve fare e poi faccio i comodacci miei…
    non vado a dire di vestire gli ignudi e poi vesto in ermellino, appunto.
    io mi comporto rispettando le leggi di uno stato e allo stato do conto se le infrango.
    per quanto concerne il resto del mio comportamento obbedisco solo alla mia coscienza.
    di grilli parlanti non ne aveva bisogno Pinocchio figuriamoci noi.

    Ultima domandina alla affabilissima padrona di casa: scusa, mi vuoi dire quali grandi progressi ha fatto la Chiesa dall’Inquisizione in poi?
    parliamo della pillola? dell’aborto? o parliamo dei preservativi? o della demonizzazione dei gay? o delle monache violentate che non devono abortire? o degli insabbiamenti dei loro sporchi affari? vedi lo IOR, vedi Calvi o l’omicidio del capo delle guardie svizzere o i tanti milioni di dollari pagati dal clero cattolico americano per risarcimento alle vittime dei pedofili? e dove avevano preso quei soldi?

    documentiamoci per favore ma non ascoltando radio maria o la TV

  19. affabile ha detto:

    @Rosslare Ha insegnato a me e a tanti come me (e mi spiace tu ne abbia incontrati troppo pochi) il valore e la bellezza di vivere una vita come dice il Vangelo.
    Ma questo non è un progresso. Per chi voleva ascoltarlo lo ha sempre fatto.
    Rileggiti il grande inquisitore di Dostojevski a questo proposito….che risponde molto meglio di me a tutte le tue obiezioni….
    Con cordialità e pacatezza ti saluto vado a quell’impegno quotidiano che ben conosci….

  20. Rosslare ha detto:

    per i rifiuti aspetto ancora che qualche politico dica:”per quest’anno togliamo la TARSU alla Campania”.

    è na parola…
    forse lo farà solo berlusconi in campagna elettorale se si andrà a votare.

    affabile, mi meraviglio che una donna parli di revisione della legge. Per me la legge c’è e se una non vuole abortire che non abortisca. Non bisogna vietare ma consentire (ciò che non danneggia gli altri). se anche togliessero la legge, sta’ sicura che medici che ti fanno abortire per 1000 euro li trovi ad ogni angolo della strada.
    così accadeva prima.

    Non si elimina la febbre non mettendo il termometro per misurarla.

  21. Rosslare ha detto:

    vai affabile vai 🙂
    ricorda però che le risposte le voglio da te non da Tostoj o Dostojewskii 😉
    e ricorda anche che si può vivere bene e felici senza far del male anche disconoscendo il Vangelo 🙂

  22. giarre ha detto:

    cara lidia tu forse non lo sai
    ma io all epoca ero una super cattolica papa boys/girls ma a quel referendum votai a favore della 194 perche sono una che crede nella autodeterminazione e anche se allora (1981) ero una giovanetta che andava a messa tutte le mattine ci credevo e penso che solo una madre debba decidere.. questo non significa che io personalmente fossi (ALLORA) PER FEDE contraria ad abortire ma ero contraria ad abolire la 194
    e poi sono contraria a un papa che si impiccia ogni due per tre alle faccende POLITICHE italiane
    e anche a tanti pseudo cattolici che vanno a difendere la famiglia quando di famiglie ne hanno tre
    e che mescolano la politica con la religione perche’ non sanno piu come fare a farsi votare…o ascoltare (leggi ferrara)
    comunque…

    i rifiuti li manderei un po anche a ARCORE

  23. tittidiruolo ha detto:

    @ross e giarre(chi ha detto che la colpa è dei professori?, caso mai il rettore sia più democratico!)
    Non m’importa se il Papa parla all’università o meno, Lui parla ogni domenica , anzi ogni giorno o quasi, dall’altare, questo è quello che deve fare, e stop, secondo me, poi vada anche all’università, ma con il vestito laico e chiedendo permesso, grazie, scusi, tornerò …forse ..ad imparar qualcosa di fisica… I media stanno facendo troppo can can..perchè?????????? Forse l’argomento rifiuti tira meno??? forse il precariato è irrisolvibile? Non facciamoci trascinare dai media e cospargiamo Montecitorio, vaticano e arcore dei rifiuti campani…

  24. tittidiruolo ha detto:

    @lidia
    riguardo alla 194, io anda al referendum , am annullai la mia scheda. Non mi ritenevo matura per prendere una decisione anche per chi non la pensa come me.
    Ho conosciuto donne che hanno abortito, alcune ragazzine, poco più che bambine, altre adulte con propblemi economici e di vita quotidiana e di salute, le ho ascoltate e guardate in volto , ho pianto anche con loro. HO conosciuto donne (la maggioranza) che pur di avere un figlio naturale avrebbero trascorso 9 mesi con i piedi i aria e la testa in basso.Ma continuo a non voler prendere una posizione.Per me almeno la maternità naturale è stata facile e anche bella.
    Ho maturato questo pensiero. prima della 194 la maternità era un DOVERE, dopo è diventata un DIRITTO. Per alcuni è rimasta un DONO, per altri un desiderio incolmabile. Non so altro.

  25. anonimo ha detto:

    Cara Lidia, mi sento decisamente in colpa e Tu sai benissimo il perchè. Visto che in parte ho contribuito a suscitare il colloquio vorrei portare anche il mio parere. Come minimo Te lo devo. Sai che sono un laico convinto, agnostico o teista, sia pure modo mio, quindi considererei il mio parere alieno da qualsiasi problematica religiosa. Pur essendo su posizioni rigorosamente laiche sono decisamente contro ai 67 firmatari di quell’ appello per vari motivi :
    .) L’ università è sempre stato un luogo di dibattito e deve continuare ad esserlo. Deve essere aperta a tutti gli stimoli da qualunque parte provengano e chiunque è invitato a parlare (quindi si presuppone che l’ autorevolezza del parlante sia stata vagliata) deve poterlo fare liberamente, esponendosi, poi, a tutte le critiche, motivate o no, che il suo intervento suscita.
    -) Ratzinger è un ottimo Papa che ha avuto la “sventura” storica di diventare Papa dopo un Papa fortemente mediatico. In altro ambito si è riprodotta la situazione Giovanni XXIII e PAOLO VI. Giovanni fu un Papa più amato, ma la Chiesa moderna deve molto di più al secondo che non al primo. Quanto a Wojtila l’ ho ammirato nella prima parte del suo pontificato, (diciamo fino al ’95) dopo no, per tanti motivi, non esclusa la sovraesposizione mediatica di cui certamente ha la sua parte di responsabilità. Da un Papa mi aspetto che interpreti e capisca il suo tempo, non atteggiamenti populisti e i bagni di folla. Wojtila lo ha fatto nella prima parte, dopo no. Se poi sia stata colpa sua o no è un altro discorso. Rimane una Figura significativa del suo tempo, ma lasciamo che la storia faccia il suo corso prima di darne un giudizio.
    -) Di Ratzinger mi piace soprattutto il rigore intellettuale e morale, l’alta devozione al suo ruolo e il suo concedere meno alla piazza- Troppo spesso è stato frainteso, perchè il suo pensiero è più alto della media. Quanto al papa delle SS… preferisco non commentare quell’ affermazione, fra l’ altro riportata da tanti giornali.
    -) A proposito poi di storia, la frase del Papa (che in realtà ha difeso Galileo) è esatta al 100%. Il processo a Galileo è stato oggetto di molte mistificazioni. Innanzitutto è stato decontestualizzato, poi è stato assunto a emblema di una lotta fra pensieri filosofici, fra Fede e Ragione, fra Bene e Male, fra Tempi Antichi e Moderni. E’ stato anche questo, MA DOPO. La lettura degli atti processuali è ben diversa. Chi ne esce con le ossa rotta è Galileo. Ha molte attenuanti, il processo in corso (che DIFFICILMENTE sarebbe finito con un rogo… Giordano Bruno era un pazzo esaltato che cercava il martirio, ricordiamocelo, la tesi di Galileo venne definita agli inizi TEMERARIA non eretica, ), un accusatore del calibro di Roberto Bellarmino, probabilmente il miglior controversista della Chiesa Cattolica dai tempi di S. Tommaso d’ Equino, ma soprattutto nessuna prova a sostegno della sua teoria. Certamente la minaccia della tortura ci ha inorridire, ma la prassi della giustizia nel ‘600 era quella e… il Beccaria sarebbe nato circa 180 anni dopo. Queste arrivarono dopo. Infatti quello che gli venne chiesto (e che accettò, ricordiamolo) fu di fare un passo indietro sulle sue ipotesi. Lasciamo perdere l’ Eppur si muove che è del 1757 in piena età dei lumi. La Chiesa, quella Chiesa poteva fare altro ? LA RISPOSTA IN SEDE STORICA E’ NO, per tanti motivi che qui non posso elencare. (solo uno,La guerra dei trent’anni.Il processo di Galileo coincide con il culmine dell’ avanzata svedese e la vittoria data quasi per sicura delle armi protestanti). Cosa c’ entra con Galileo ? Moltissimo. La Chiesa non poteva essere tollerante con un nemico delle genere sentito alle porte. Ricordiamoci, poi, che oggi possiamo tranciare tanti giudizi, ma solo perché sappiamo come è andata finire, ma allora no. E la teoria di Galileo era, appunto, una teoria. Feyerabend aveva ragione nel giustificare quella sentenza, ma il giudizio del filosofo moderno è storico e vale per quella contingenza storica, non
    morale. Certamente in campo morale chi ne esce sconfitta è la Chiesa, ma astrarre un fatto dal contesto storico è sempre molto pericoloso, perché può portare a eventi incresciosi, come quelli di oggi.
    -) il vero motivo del contendere è un altro. La Chiesa si sta ingerendo troppo in ambiti che non le competono, rompendo un tacito accordo di 2 secoli o no ? La Chiesa ha il diritto in nome di principi morali di fermare la ricerca scientifica o no ? Quale scienza e quale chiesa (o religione) per il XXI secolo ? Dove sono i reciproci confini e chi sta invadendo quelli dell’ altro ? Questo è il vero punctum dolens dell’ intera questione. Ma qui mi fermo, perché è già troppo lo spazio e il tempo che Ti rubato.
    IL SOLITO VECCHIO SIGNORE

  26. dariol ha detto:

    Alla fine si e’ scoperto che la famosa lettera dei 67 professori ha raccolto 700 adesioni.
    Mi sento un po’ meno solo.
    Se finiro’ all’inferno saro’ per lo meno in compagnia.

    Il mio cruccio e’ un altro.
    Ieri sera mi dicevo (sempre ventre a terra e incasinato da morire sul lavoro): “Voglio un po’ vedere come reagiscono i partiti. Sono davvero indeciso a chi dare il mio prossimo voto. Vediamo chi la pensa come me.”. Non avevo speranze sulla destra, ma tra me e me speravo in qualche forza di sinistra. Invece sembra che mi siano solo rimasti i radicali e qualche amico professore di fisica.

  27. tittidiruolo ha detto:

    @dariol
    ti par poco sapere chi votare?

  28. affabile ha detto:

    Caspita quante cose a cui rispondere…e dire che, come ho detto in privato al Vecchio Signore che in un certo senso ha ispirato questo post poco dopo averlo fatto lo volevo cancellare e l’ho lasciato al suo posto solo dopo averne visti i primi commenti stamattina….

    Ringrazio tutti per aver contribuito alla discussione in maniera più o meno…colorita… (a proposito Dariol ma che significa ventre a terra? E’ un espressione delle vostre parti?) e annoto in ordine sparso….

    Non volevo aprire un post “uffcio lamentele contro la Chiesa e relativa risposta”. Se vogliamo trovare episodi disdicevoli ne troveremo quanti ne vogliamo…e altrettanti, a mio modesto avviso di più, quelli positivi. Apprezzo molto l’intervento del Vecchio Signore (che non ho capito se si definisce più così per riprendermi bonariamente o per genuina autoironia. Io che ho qualche dato biografico su di lui posso assicurarvi che non è poi così vecchio…) per le sue colte precisazioni storiche e la sua domanda sull’ingerenza della Chiesa. Personalmente ritengo sia eccessiva almeno nella situazione italiana e un po’ quella spagnola (ma non si possono paragonare le due situazioni..Gli Spagnoli hanno un senso dello Stato ben superiore al nostro) ma questo non deve significare automaticamente dipingere la Chiesa come un’associazione a delinquere. Ne conosco di molto peggiori, almeno in Italia…

    Preciso a Rosslare che sono particolarmente felice che degli atei fanno il bene (e ugualmente felice lo sono quando lo fanno gli ebrei, i musulmani, i buddisti gli scintoisti e via dicendo…), magari ce ne fossero mille….Ma se tu vieni a dirmi la Chiesa fa il bene solo con i soldi dei contribuenti io alla luce della mia esperienza personale dico che non è vero. Neanche a me piace ostentare che faccio del bene e infatti in questo blog mi avete letta poco o niente al riguardo ma neanche è cosa da nascondere.

    Rosslare se qualcuno ha spiegato qualcosa meglio di me (e questo qualcuno si chiama Dostojevski) io continuerò a citartelo. La mia autostima è alta ma non così alta da non riconoscere chi è (è stato) migliore di me.

    Capitolo aborto: io non parlavo di abolizione della legge ma di possibilità di verificarla. Nessuno di voi conosce donne che si sono pentite di aver abortito? Beh io sì. Si potrebbe studiare un sistema di aiuto alle donne disagiate (economicamente sì ma spesso anche solo psichicamente) per magari farle portare la gravidanza a termine e poi far dare il bambino in adozione in ultima analisi? Non potrebbe esserci taluna che preferisca questa soluzione? Ancora, i consultori, espletano bene la loro funzione? La mia risposta è no (come scrivevo una persona a me molto vicina è assistente sociale). Oggi alle assistenti sociali sono delegati tra i tanti compiti il famoso colloquio preabortivo, che essendo appunto uno e frettoloso si risolve nella formalità del “timbro” per abortire di pochi minuti. Almeno al sud è così. Ancora, perchè lo stato deve pagare l’aborto sempre e comunque? E’ un intervento terapeutico? E’ diritto alla salute? Se posso rispondere affermativamente per donne economicamente disagiate ho più dubbi per la moglie del commercialista che abortisce per non rovinarsi la linea.(Vi assicuro che ne ho conosciuta una così…). Ultima cosa i tempi dell’aborto. Oggi come sapete è pssibile nei primi 90 giorni di gravidanza. Ma voi l’avete mai vista un’ecografia a 90 giorni con il corpo che inzia ad abbozzarsi nelle sue parti? Dove comincia la vita? A mia opinione dopo che sia formato il sistema nervoso, quindi dopo i primi 60 giorni. Prima si può parlare di un insieme di cellule dopo di un essere vivente. A mia modesta opinione che non è quella della Chiesa, lo so. Insomma come ho già detto io credo che l’aborto debba essere non proibito ma regolato dallo Stato Laico. E discutere (ripeto, aprendosi al confronto con chi in questi settori ci lavora, associazioni di donne ecc ecc) alcune parti della legge non mi sembra un’idea così assurda…

  29. monicamarghetti ha detto:

    non saprei che dire io sono molto credente..ma qui c’è solo politica e pochissima religione…

  30. Rosslare ha detto:

    fra le proteste c’era anche quella di Boselli. Uno dei più coerenti politici che abbiamo.
    Io ho finalmente deciso di non votare più. A partire dal prossimo referendum anche se dubito si tenga. Ormai votare è come avere la sola facoltà di scegliere con quale arma suicidarti. Mi sono convinto finalmente che, salvo le solite sparute eccezioni, sono tutti uguali.Almeno non mi sentirò complice di chi ci governerà.
    Una delle prove? la legge sul conflitto di interessi continua a non farsi. La legge sulla disciplina radiotelevisiva idem, sui rifiuti le solite chiacchiere, l’ordine pubblico è un optional eccetera eccetera…
    vedere gente stipendiata dalla Fininvest essere invitata dalla Rai (sua concorrente!) mantenuta con i soldi degli abbonati a presentare (stavo scrivendo “pubblicizzare”) il proprio libro non mi lascia (più) perplesso ma disgustato.
    per questo ho deciso di abolire anche la TV dalla mia vita. salvo qualche bel film e lo sport.

  31. affabile ha detto:

    Monica in due parole hai centrato il problema come diceva il Vecchio Signore. Quanto c’entrano politica e religione? Intesa come i politici italiani proprio nulla. Intesa in senso alto che un cristiano, come qualunque altro cittadino ateo, buddista o musulmano è libero di dire come la pensa sul alcuni temi in base al suo sentire etico c’entra.

    Ross..mi spiace stavolta affermare che sto arrivando alle stesse conclusioni tue per i tuoi e anche altri motivi, perlomeno alle prossime elezioni locali non credo che voterò. Anzi a dire il vero già alle ultime elezioni regionali, del 2005 se non sbaglio, avevo preso questa decisione, cambiai idea per puro caso (troppo lungo da riassumere) due ore prima della chiusura di seggi. Mi spiace perchè il voto è una conquista di chi ci ha preceduto sulla via della libertà, da Masaniello (perlomeno il Masaniello romantico di Tato Russo) a Voltaire, ma al momento non vedo altre alternative.

  32. ladolcetempesta ha detto:

    non interverro sull’argomento non me la sento non che non abbia la mia opinione al merito ma e che sta vacillando sempre di piu di fronte alla vita vera
    so solo che questo terzo millennio lo vedo come tutti contro tutti e questo non e’ un bene

    e ma io volevo dirti che so tornata e tu subito co sti argomenti cosi pesanti ssususu che avevo gia le valige pesanti o era l’anima?
    bho:-p
    bacetti torno quando
    l’aria e piu’ leggera 🙂

  33. affabile ha detto:

    Forse sarà anche la pioggia che ci rende così cupi?
    I rifiuti?
    Dolcetempesta ieri ho percorso il Viale Traiano! Che desolazione cara, una lunga striscia di rifiuti…
    Se resisti un paio d’ore (forse tre) vedo di fare un post più leggero…:-)

  34. dariol ha detto:

    @lidia
    Chiedevi a proposito Dariol ma che significa ventre a terra? E’ un espressione delle vostre parti?
    No. E’ italiano. Vedi polirematica 1 che trovi qui.

  35. ladolcetempesta ha detto:

    viale traiano un ricordo di un rione fuori dal mondo di appartamenti che a chi veniva da un basso stretto e scuro sembravano delle reggie e non appartamenti popolari piange il cuore pensarsi dopo trentanni invece di passeggiare mano nella mano fare slaom tra cumuli di monnezza
    l’augurio e che si faccia pulizia totale e spero si capisca cosa intendo
    attendero le tre ore per il post leggero tanto oggi me lo so presa ( concesso) di riposo e mi trascinero’ dalla cucina alla camera tra un caffe’ e’ una lettura
    non mi serve altro per ora:-)

  36. piadonna ha detto:

    meno male che era stato invitato…ciao vincititrice ex-equo Piadonna

  37. Rosslare ha detto:

    Affabile,
    dunque…il voto…iniziamo a dire che era (o sarebbe) una conquista democratica però…
    prima cosa non capisco perché io debba votare una lista dove verrà eletto non chi ho scelto io ma chi ha deciso così (il segretario di partito e qui si aprirebbe un discorso lunghissimo di come mai abbiano messo pluripregiudicati molti dei quali giudicati anche in maniera definitiva e condannati) poi vorrei sapere perché mai uno si debba candidare in più collegi per poi scegliere quale utilizzare per il seggio.
    Poi voto ma voto per chi? Hanno fatto in modo da blindare i provvedimenti che prendono per cui in parlamento ci sono solo scaldasedie che si guardano bene dal votare contro i propri segretari.
    Voto per cosa? Per consentire che si facciano leggi ad personam o leggi ad hoc?
    Per sentire uno che un giorno dice una cosa e il giorno successivo il contrario?
    Per chi vuol riformare ( o già lo ha fatto) leggi passate con i referendum?
    Per essere preso per i fondelli?
    No, grazie. Io ho già dato.

  38. affabile ha detto:

    @Dolcetempesta Ma dai…Davvero hai abitato al rione Traiano? Lo sai che io ho vissuto la prima parte delle mia vita a Via Piave? In case da impiegati statali ma costruite dagli stessi che avevano fatto Traiano…. Ne ho parlato anche qui
    Spesso da adolescente andavo alla biblioteca del Rione Traiano ormai chiusa da un 7/8 anni…la ricordi? Era piccola, piccolissima ma a me sembrava un paradiso…

    A proposito…ma qualcuno sa che fine hanno fatto le biblioteche di quartiere? A Napoli tutte o quasi sparite mi sa…E nelle vostre città?

    @Piadonna, no sei stata più precisa tu…

    @Rosslare completamente d’accordo con te…mi sento un po’ vuota…credo sia la prima volta…;-)

  39. Wolfghost ha detto:

    Ultimamente ho davvero poco tempo per tenermi informato. Il telegiornale, ad esempio, non so piu’ cosa sia.
    Ma direi che al momento non mi perdo altro che notizie “un po’ cosi'”…

    P.S.: bellissime, come sempre, le foto. Quelle di Napoli in particolare, il nome “spacca Napoli” per quella strada, e’ davvero azzeccato! 😀

  40. affabile ha detto:

    Ciao Wolfghost è sempre un piacere una tua visita…ma dimmi non sei mai stato a Napoli? E’ una delle strade più importanti….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...