Telegiornali vietati ai minori?

I pedagogisti consigliano di guardare i telegiornali con i bambini commentando con loro le singole notizie.

Alcune di queste, o meglio il modo in cui le porgono, però mi mettono in difficoltà.

In questi giorni le mie figlie di 6 anni sono molto coinvolte dai fatti di Garlasco.

Ieri P. continuava a fare commenti e domande, non la convincevano le mie risposte, forse perchè coglieva il mio disagio davanti a una storia così triste, così come è riportata.

"Secondo me non è stato Alberto."

"Io credo che l’assassino ha messo il sangue sulla bicicletta"

"Ma non possono tenerlo in carcere e intanto continuano a cercare il vero colpevole?"

"Ma non è meglio che ora non ci dicono niente e ci daranno solo la notizia che avranno trovato il colpevole sicuro?"

Insomma mi chiedo se non devo rinunciare a vedere il telegiornale delle 20 con loro il che mi dispiacerebbe sia perchè per motivi che ora non sto a spiegare è l’unico che posso vedere, e poi perchè ci sono altre notizie che invece mi piace condividere con loro: In questi stessi giorni abbiamo parlato della Birmania, della moratoria all’Onu contro la pena di morte, abbiamo riso insieme del nuovo codice stradale inglese che comanda di fermarsi quando c’è troppo riflesso del sole ecc. ecc.

Però se per pornografia intendiamo la spettacolarizzazione volgare dell’intimità allora sì, ieri il tg1 era pornografico.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in bambine, libri. Contrassegna il permalink.

11 risposte a Telegiornali vietati ai minori?

  1. giarre ha detto:

    non sono una grande esperta di bambini ma credo che le dcomande fossero state tutte legittime
    la difficolta e’ a volte non saper rispondere ma non sempre uno ha una risposta… in quel caso uno pup anche dire non so cara
    credo che non esporli sia anche peggio
    io la penso cosi
    imparare a riflettere e a porsi domande e’ un bel modo per far crescere i figli

  2. affabile ha detto:

    Sì tendenzialmente la penso come te.
    Diamine però…tutti a parlar bene del tg1 di Gianni Riotta e invece…
    Grazie del tuo parere, buona giornata

  3. lucy1957 ha detto:

    In questi casi così inquietanti è difficilissimo trovare delle risposte.
    Io credo che anche nei telegiornali c’è modo e modo di dare una notizia. Ti porto come esempio il tg svizzero che da le notizie senza eccessiva enfasi.
    Un abbraccio Lucia

  4. ngelwitoutwings ha detto:

    è molto bello vedere delle mamme che condividano i loro pensieri coinvolgendo i propri figli attraverso il telegiornale che, a mio parere, non dev’essere vietato, ma solo spiegato nella maniera più semplice, affinchè anche loro possano esprimere la loro…e quindi mi piace il modo in cui l’afronti.
    riguardo l’ultima domanda:”Ma non è meglio che ora non ci dicono niente e ci daranno solo la notizia che avranno trovato il colpevole sicuro?” credo che tutto sommato abbia proprio ragione.Il telegiornale sta diventando una cosa piuttosto mediatica…una sorta di reality quasi:farci sapere cose nei minimi dettagli e sempre così che altre menti malate possano prendere spunti…
    Riguardo invece, la pornografia giornalistica mi/ti chiedo:”non vediamo abbastanza pornografia ovunque?

  5. anonimo ha detto:

    guarda in pvt

  6. tittidiruolo ha detto:

    Finchè si commenta con genitori adulti..va tutto ok.
    Basta commentare, non scagliarsi.
    Non sempre è necessario trovare subito una soluzione.
    lo verrebbero a sapere in altro modo peggiore.
    Ergo : guardare insieme e parlre fa bene.
    OOHHHHcomesonsaggiaperglialtri!commovente e pallosa

  7. affabile ha detto:

    mi sembrate tutti d’accordo a dire che è opportuno continuare a vedere le cose e commentarle con loro ma vi assicuro…talora che fatica…nel “mondo incantato” (come il titolo di B.Bettelheim, una delle letture più belle fatta in veste di mamma) in cui loro vivono è più facile capire che dei monaci in un paese lontano facciano una manifestazione per i diritti umani piuttosto che una ragazza possa essere uccisa dal fidanzato. Come dicevo a un’amica ieri i principi liberano le principesse mica le uccidono.

    @ngel sì il discorso della pornografia ovunque è vero quanto ce ne sarebbe da parlare….

  8. tittidiruolo ha detto:

    l’esperienza insegna..mai fidarsi dei principi….è bene impararlo da piccole…..:-))

  9. ww ha detto:

    Non sono sicuro che sia un bene guardare il tg insieme a delle bambine.
    Sicuramente se si è praticamente obbligati a farlo, come nel tuo caso, è assolutamente obbligatorio commentare insieme a loro le notizie, cercando di fornire risposte alle loro domande.
    Anche questo fa sì che tu sia una brava mamma 😉

  10. supernovae ha detto:

    A dire il vero io non sono molto propensa.. ormai i tg mettono una stranissima enfasi nell’annunciare le varie notizie, quasi a catturare l’attenzione degli spettatori. Come se ce ne fosse bisogno, come se quello che annunciano possa passare inosservato.
    Oltretutto le immagini sono fin troppo eloquenti e non è tanto l’imbarazzo nello spiegare certe notizie.
    E’ proprio inamissibile che bambini in così tenera età debbano venire a conoscenza di eventi che la loro mente non può neanche immaginare.
    Non è come raccontare loro la fiaba di cappuccetto rosso e del lupo; è spiegare quel qualcosa in più che va oltre la “semplice cattiveria”, cosa che loro possono già intuire.
    Per fortuna mia figlia ha l’abitudine di parlare con me quando ascoltiamo il tg ed io, sinceramente, non ho tutto questo interesse.
    Anche perchè sui vari portali le notizie circolano comunque e le apprendo ugualmente.
    Relativamente al caso Garlasco, beh quello ormai è un altro discorso e anche quando se ne parla spiego a mia figlia che (per il fidanzato) è tutto da dimostrare.
    Alla luce di tutto ciò mi scappa da scrivere che è difficile essere mamme..

  11. cettyna ha detto:

    Buongiorno affabile e buona settimana! Come avrai capito, io non ho ancora figli ma mi capita spesso di commentare con mia madre il tg delle 20 e di pensare ai possibili piccoli fruitori che non sono ancora a letto! Trovo disdicevole, innanzitutto, che si mostrino truculente immagini di guerra (anche per gli adulti che magari a quell’ora cenano) nonchè per l’esposizione non sempre corretta di alcuni servizi di cronaca o di costume. Baci forti a te e ai tuoi gioielli!

Rispondi a ww Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...