Perchè il blog?

Questo blog nasce due mesi fa, come reazione a qualcosa di brutto che mi era capitato.

Farlo nascere era una sorta di sopravvivenza mentale. Goleman, di cui ho sfogliato in vacanza "L’intelligenza emotiva" avrebbe detto che ne avevo bisogno per "organizzare le emozioni".

Il dubbio è cosa farne ora che la carica di negatività da cui partivo si è dissolta.

Un’amica in vacanza mi diceva, uso tanto internet per lavoro e non solo, comunico con i miei figli prevalentemente tramite msn, eppure non riesco a capire cosa spinge a tenere un blog, raccontare di sé in pubblico. Le ho risposto di getto che le motivazioni sono due, una essenzialmente positiva condividere con la propria cerchia di amici, virtuali e non, foto pensieri avvenimenti ecc ecc, per altro verso si tratta invece di semplice egocentrismo.

Chiedo ora a me stessa e a chi mi legge il mio blog cos’è? Condivisione, egocentrismo o altro?

E ancora cosa sono i blog in generale?

La mia amica Letizia, anche se con approcci diversi, negli ultimi giorni si è chiesta nel suo blog qualcosa di simile.

E credo che ogni blogger prima o poi si ponga queste domande.

Continuo a rifletterci.

Nel frattempo sarò grata a chiunque mi aiuterà a trovare risposte.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in amici, libri. Contrassegna il permalink.

16 risposte a Perchè il blog?

  1. lucy1957 ha detto:

    I motivi per scrivere su un blog sono diversi, io l’ ho aperto dal mese di febbraio. Ho già pensato di fare un post sul perchè di questa mia decisione e lo farò sicuramente.
    Un caro saluto

  2. colorisonori ha detto:

    Credo che si tratti di uno dei tanti modi per comunicare di cui disponiamo oggi.
    Esattamente come altri “strumenti” di comunicazione, può essere usato bene, o male, o così-così, ma alla fine rispecchia la realtà, anch’essa a tratti buona, malvagia, o così-così.
    Ciao.
    Gino

  3. tittidiruolo ha detto:

    Ho aperto il blog solo per caso, di nome e di fatto, ho iniziato per conoscere meglio laura, poimi sono iscritta per anere un Nikname, poi ho visto che potevo aprirne uno io…Era un momento negativo anche per me, ed avevo bisogno di dire tutto ciò che ho detto a tutti in un modo o in un altro. Sono felice di averlo fatto perchè ho “incontrato ” le persone di cui avevo bisogno, tutti voi. Ho vicino a me il libro “niente succede per caso”, molto scettica quando l’ho letto, ora mi sorprendo a pensarci ogni tanto.. Per ora non voglio smettere perchè ho ancora bisogno di dire, di ascoltarvi e di guardarvi. Questi sono i miei motivi, onestamente espressi, ma vedo che anche altri sono stati felici di ciò che ho detto loro, a cui diversamente non avrei comunicato nulla. Mi dispiacerebbe non leggerti più…

  4. giarre ha detto:

    io credo che siano mezzi per esprimerci e per farci sentire vicini e sentire vicini
    a volte sono abusati a volte snobbati
    ma ci sono e sono importanti

  5. ngelwitoutwings ha detto:

    ciao, bentornata!
    io ho apert il blog in occasione di un esame di informatica all’università, quindi faceva parte del corso, poi mi ci sono affezionata, così l’ho modificato del tutto e per me è uno sfogo, un modo di esprimersi e per farsi capire da se stessi.Che poi anche degli estranei mi leggano mi fa piacere, soprattutto quando esprimono la loro!;)
    Preparati con le temperature perchè i prossimi 2 gg saranno di fuoco!!baciii

  6. letiziajaccheri ha detto:

    in questi giorni rifletto sempre di piu´su quanto sia difficile generalizzare. prendiamo la paura o la gelosia, due sentimenti negativi in generale, ma non dobbiamo forse avere paura quando uno dei nostri bambini ha la febbre alta e intervenire con un´aspirina. ecco che anche l´egocentrismo non e´negativo, perche´come cerco di dire ai miei norvegesi che detestano l´egocentrismo, si parla di se´non solo per aiutare se stessi ma anche gli altri.
    insomma tanti messaggi in uno. continua a tenere il blog se ti fa un po´piacere e se pensi che aiuti qualcun´altro.
    noi comunque ci sentiamo.
    letizia

  7. tittidiruolo ha detto:

    @letizia
    sono d ‘accordo con te

  8. affabile ha detto:

    Grazie a tutti.
    Continuo.
    Il fatto è che certe volte ci si sente a un bivio e confrontarsi è utile.
    Letizia ricordi “l’arte di amare” di E. Fromm? Credo che abbia influenzato tutti gli adolescenti degli anni 70-80. Amare se stessi per amare gli altri.
    E…molto presto vi “punirò” con il diario delle mie vacanze in montagna…

  9. tittidiruolo ha detto:

    Attendiamo compunti..grazie di averci avvertito…:-))))

  10. dodoc ha detto:

    il perché del mio è stato da me descritto in uno dei miei primi post…anche io l’ho aperto da poco più di due mesi e o trovo uno strumento di comunicazione e confronto straordinario…il blog non è sempliceente un contenitore dove si “lavano i fatti propri in pubblico”….è qualcosa di più complesso, sofisticato, emozionale…poi non dimentichiamo che tra la marea in espansione di blog, vi sono anche quelli in cui non si pubblicano solo “fatti personali”……vi sono blog a tema, blog di attualità, blog di politica, blog di solidarietà, blog di storia ecc… ec… catalogare ed omologare i blog come uno spiattellamento di vita privata è una considerazione molto superficiale e sopratutto nasce dalla mancata conoscenza e consapevolezza di questo mondo…..credo che un blog possa nascere per un motivo ed essere alimentato poi da altri e magari chiudersi per altri ancora…..

  11. anonimo ha detto:

    tu? tu sei condivisione lidia e lo sai!
    molti aprono blog ma quanti di loro sanno mantenerlo vivo e interessante come te?

    Ben tornata bella è un piacere rileggerti!
    Un bacione
    Paola

  12. carlac ha detto:

    Non frequento molte persono e faccio poca vita di società, con il mio blog, ho trovato, se così si può dire, molti amici con cui comunicare. Ciao ciao

  13. anonimo ha detto:

    Non so cosa spinga a scrivere un blog ma so cosa spinge me a leggere il tuo.
    Ci siamo incontrate per caso ma ho scoperto in te una persona molto piacevole e soprattutto stimolante.
    Il blog è condivisione.
    Non potendo, per via della distanza, poter parlare, trascorrere tempo insieme allora leggo il tuo blog e molte volte sorrido per la dinamicità e la gioia che trasmettono le tue parole.
    Alle volte mi aiutano a staccare la spina e a gioire in momenti bui.
    Sara

  14. affabile ha detto:

    Grazie Sara e grazie anche a chi è intervenuto per ultima/o.
    Tuute le vostre riflessioni sono state davvero preziose e hanno ampliato le mie prospettive.
    Ancora a Sara…hai visto? Tu dici che ti aiuto a staccare e io inizio a pubblicare barzellette…:-)
    Spero ci sentiamo domani, oggi pomeriggio sono a Sorrento.

  15. anonimo ha detto:

    Il blog è interessante. Non lo vedo nè come un solipsimo narcisistico (che in alcuni certamente non mancherà) nè come necessità di condivisione. Semmai lo vedo più come una necessità di puntualizzare qualcosa a sè stessi e avere, se vuoi, l’ umiltà di sottoporre il risultato anche ai pareri di altri. Non so perchè, e sicuramente sbaglio, ma il blog mi ricorda la lunga digressione di Padre Pirrone, nel Gattopardo, quando i suoi amici conterranei gli chiedono informazioni sulla … nobbilità. (non è un lapsus calami) Sostanzialmente quelle meditazioni ad alta voce sono una specie di … blog letterario ante litteram. E’ un errore,il mio, certamente, ma non riesco a togliermelo dalla testa. Del resto quasi tutte le autobiografie (quelle non autoelogiative) o la diaristica sono una specie di blog, anche se a senso unico. Mi sto domandando se il l blog, quello di alto livello, sia una caratteristica più femminile che maschile ?? sostanzialmente i libri di Simone di Beauvoir, o certe parti del carteggio della Yourcenar possono essere letti come blog. I diari degli uomini (Pepys ad es e la diaristica inglese, ma anche Leopardi, o Lichtemberg) sono più perentori e meno aperti alla discussione… forse ci mettiamo meno in gioco, o, più probabile, non li leggo bene io. Comunque, continua con il blog.

  16. supernovae ha detto:

    Bello il libro di goleman, anch’io ce l’ho sul comodino e mi ha aiutato tanto. E mi aiuta ancora.
    Buona settimana.
    Un abbraccio ^^

Rispondi a anonimo Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...